Una foto della partita di ieri

Con questa partita ha fatto il suo esordio con la maglia rossoblù Vittorio Lastra Masotti numero 715

È una domenica di sole ad accogliere le due squadre nella Rugby Arena di Vicenza, un match dove i rossoblù devono ottenere punti fondamentali per la classifica. Inizia a favore dei padroni di casa la partita; al 4’ i ragazzi di coach Cavinato ottengono un calcio a favore e optano per i pali, per fissare i primi tre punti, Bruniera è preciso e muove il tabellino, 3-0. Una prima frazione che non si sblocca fino al 27’, quando il Rovigo riesce a concretizzare il proprio lavoro con una marcatura. Nei minuti precedenti infatti, i rossoblù non sono riusciti ad avanzare il campo per segnare punti pesanti. Al 27’ è Casado Sandri a segnare la meta, di prepotenza raccoglie il pallone e si inserisce nella difesa dei biancorossi. Atkins è preciso e fissa la trasformazione, 3-7. Al 30’ Bruniera però risponde dalla piazzola, dopo aver ottenuto un calcio a favore e porta le due squadre ad un punto di differenza, 6-7. Al 38’ il Vicenza viene punito con un cartellino giallo a Pretz per un placcaggio alto ai danni del rossoblù Diederich Ferrario. I bersaglieri sfruttano subito la superiorità numerica, aprono al largo ed è il giovane Bini ad andare a schiacciare in bandierina, la sua prima marcatura con la Rugby Rovigo Delta. Da posizione angolata Atkins non centra i pali. Il primo tempo si chiude dunque sul 6 a 12 in favore del Rovigo.

Seconda frazione che inizia a favore dei ragazzi di coach Lodi, al 44’ touche in prossimità dei 22 avversari, drive e il buon pack dei bersaglieri porta Giulian oltre la linea per la terza meta di giornata. Atkins fissa +2, 6-19. Al 52’ i rossoblù allungano e segnano la meta del bonus: i biancorossi in attacco nei 22 dei bersaglieri, Diederich Ferrario è bravo ad intercettare l’ovale e ad avanzare il terreno di gioco, Uncini in sostegno riceve il pallone dal centro argentino e vola in meta. Atkins, dalla piazzola, colpisce il palo, 6-24. Al 60’ Rovigo ha il possesso, Atkins avanza il gioco con un calcetto per Bini all’ala, il giovane recupera l’ovale successivamente dopo un paio di pick and go nella zona rossa avversaria e va a marcare la sua seconda meta di giornata. Atkins questa volta è preciso, 6-31. Al 66’ i biancorossi non demordono, dopo aver ottenuto un primo vantaggio, optano per una seconda touche nei cinque metri dei rossoblù, il drive dei padroni di casa è efficace e trova la meta con Gutierrez, Bruniera non trasforma, 11-31. Al 73’, buon ritmo per Rovigo, è Diederich Ferrario questa volta ad aggiornare il tabellino, ottimo passaggio di Uncini che arriva tra le mani dell’argentino che vola in mezzo ai pali. Atkins trasforma facilmente l’ovale, 11-38. Al 76’ drive dei biancorossi nei 22 dei rossoblù, Vicenza che avanza con un calcio ed è Roura ad approfittarne e ad andare a segnare, Bruniera non converte, 16-38. Minuto finale con Rovigo che trova l’ultima marcatura del match con Cadorini: buon drive dei bersaglieri che fissano il risultato finale sul 16 a 45, dopo la trasformazione di Atkins. Settima giornata che si conclude con una buona vittoria del Rovigo che ottiene cinque punti fondamentali per la classifica.

Nominato Player of the Match il rossoblù Facundo Diederich Ferrario.

Con questa partita ha fatto il suo esordio con la maglia rossoblù: Vittorio Lastra Masotti numero 715

Questo il commento di coach Alessandro Lodi al termine del match: ”Abbiamo centrato l’obiettivo di vincere e fare i cinque punti. Nei primi venti/venticinque minuti non siamo stati troppo precisi, ma questo è dovuto anche alla pausa, ricominciare è sempre un po’ complicato. Poi durante il match, siamo cresciuti e abbiamo preso confidenza nel gioco. Abbiamo forse regalato otto punti, però nel complesso siamo soddisfatti, abbiamo fatto ciò che ci eravamo prefissati.”