Una bella presa aerea durante la partita

Quinta giornata che termina con un pareggio, 19 a 19.

Dopo più di un mese di stop allo Stadio Mario Battaglini, la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta torna a giocare tra le mura di casa. Inizio a favore dei ragazzi di coach Lodi che alla prima occasione di calcio a favore optano subito per i pali, Atkins però dalla piazzola non è preciso e il tabellino resta sullo 0 a 0. Al 11’ i bersaglieri tornano nei 22 avversari con una mischia, gioco aperto al largo ed è il pilone Walsh ad inserirsi di potenza nella difesa avversaria e ad andare a marcare la sua prima meta con la maglia rossoblù. Questa volta Atkins non sbaglia e fissa la trasformazione, 7-0. Un punteggio che non riesce a sbloccarsi, entrambe le squadre provano ad avanzare il proprio terreno di gioco ma i troppi errori da ambo le parti non permettono il concretizzarsi. Al 30’ Mogliano può aggiungere tre punti dalla piazzola ma Ferrarin becca il palo, due minuti dopo però i ragazzi in maglia biancoblù giocano veloce e l’estremo Avaca va a segnare la prima meta per gli avversari, Ferrarin converte e porta le due squadre sul pareggio, 7-7. Un primo tempo difficile per i rossoblù che commettono troppe imprecisioni e non riescono a marcare ulteriori punti. Prima frazione che termina dunque con il risultato di 7 a 7.

Secondo tempo che si apre in favore degli avversari che al 51’ ottengono un calcio, Ferrarin allunga di +3. Rovigo che risponde al 58’ con Meggiato: pick and go sui cinque metri avversari, Meggiato raccoglie l’ovale velocemente dalla ruck e si infila nella difesa dei biancoblù per andare a segnare la seconda marcatura per la squadra di casa. Atkins è preciso, 14-10. Al 61’ però il Mogliano Veneto Rugby fissa altri tre punti al piede con Avaca e si porta ad un solo punto dai bersaglieri, 14-13. Tre minuti dopo altro calcio a favore per gli ospiti, optano per i pali e Avaca riporta i biancoblù in vantaggio, 14-16. Al 73’ i rossoblù ottengono un vantaggio nei 22 avversari, optano per la touche: il pack rossoblù è dominante e porta oltre la linea Giulian che va a schiacciare la terza meta per i bersaglieri. Atkins non centra i pali, 19-16. Tre minuti dopo ospiti che non demordono e si riportano nella metà campo dei rossoblù, dalla piazzola Avaca non sbaglia e porta le due squadre sul pareggio, 19-19. Ultimi minuti del match dove Mogliano è in attacco nei 22 metri dei rossoblù, vogliono ottenere un calcio per portarsi in vantaggio, ovale che viene aperto ad Avaca che tenta il drop, l’estremo però non centra i pali e l’arbitro Meschini fischia la fine sul 19 a 19.

Questo il commento di coach Alessandro Lodi al termine del match: “Non siamo soddisfatti della partita di oggi. Non possiamo permetterci di non avere fame e attitudine, cose che avevamo nelle partite in trasferta. Oggi non abbiamo avuto quella determinazione di volerci imporre, nel primo tempo abbiamo avuto molto possesso ma abbiamo concretizzato davvero poco, mentre nella seconda frazione di gioco sono iniziati gli errori individuali e abbiamo permesso al Mogliano di rimanere in partita.

Anche in difesa abbiamo concesso troppo. La prossima settimana incontriamo le Fiamme Oro Rugby, l’obiettivo è vedere un altro Rovigo, sarà una partita durissima a livello fisico; abbiamo un giorno in meno di recupero ma questo non deve essere un alibi, dobbiamo essere concentrati fin dall’inizio.”