Per la prima volta, il Festival della solidarietà e del volontariato si svolgerà in contemporanea tra le province di Padova e di Rovigo tra il 17 settembre e il 2 ottobre

Presentazione ufficiale oggi, sabato 17 settembre, a palazzo Ndoari, dove è stato dato il via al Festival Solidaria, alla presenza delle autorità cittadine e dei presidenti delle associazioni coinvolte.

Per la quinta edizione di Solidaria, il Festival della solidarietà e del volontariato promosso dal CSV di Padova e Rovigo in collaborazione con il Comune di Rovigo e il Comune di Padova e il coinvolgimento di moltissimi soggetti diversi tra istituzioni ed Enti del Terzo Settore, la parola chiave sarà “Desiderio”, un termine che racchiude in sé diverse sfaccettature e che fungerà da fil rouge per i tanti eventi che compongono il cartellone. 

Per la prima volta, il Festival si svolgerà in contemporanea tra le province di Padova e di Rovigo tra il 17 settembre e il 2 ottobre, raccogliendo nel suo programma conferenze, spettacoli, concerti, laboratori e presentazioni di libri.

Nel corso dei 10 giorni di Festival saranno condivisi “i desideri del mondo del volontariato”, con la consapevolezza che è l’intera comunità a doversi far carico del benessere di tutti. Solo insieme è possibile uno sviluppo sostenibile, garantire una solidarietà internazionale ed una comunità inclusiva. Solo se sapremo non lasciare indietro nessuno, vi sarà la possibilità di farlo anche per ciascuno di noi.

Salute e benessere non possono essere “di qualcuno” o “per qualcuno”, così come non possiamo immaginare che sia compito di altri costruire società giuste ed eque. Quando parliamo e difendiamo i valori della cittadinanza attiva e responsabile, non si tratta di pensare ad azioni eroiche di uomini e donne particolarmente ispirati, ma si tratta di guardare al nostro quotidiano impegno in famiglia oppure nel lavoro, come a quegli ambiti in cui possiamo fare la differenza come cittadini, con responsabilità e rispetto verso la comunità e l’ambiente che ci circonda e di cui siamo, inevitabilmente, una piccola ma significativa parte. Inoltre saranno esplorati i desideri dei giovani, spesso definiti speranza per il futuro a cui però va innanzitutto garantito un presente, un “qui ed ora” in cui devono essere chiamati ad assumersi l’onere e l’onore di guidare le nostre comunità oltre ogni diffidenza e oltre ogni logica conservativa.

Ad aprire oggi l’edizione 2022 di Solidaria doveva essere la Festa provinciale del volontariato ma, causa maltempo è stata rinviata a data da definire.

Sono 35 le associazioni coinvolte nella festa, che è solo rimandata: Aido provinciale, APS Art Flood, Auser provinciale Rovigo, Coldiretti, Circolo Fotografico Focus, FIAB, Legambiente, OIPA sez. ROVIGO, Associazione per la Cooperazione allo Sviluppo dell’Africa, Dottor Clown Rovigo OdV, Intercultura, Croce Rossa Italiana Rovigo, Centro per la Formazione e la Consulenza della Coppia e della Famiglia, PARKINSON, ArciSolidarietà, BANDIERA GIALLA ODV, SAN VINCENZO ROVIGO, Associazione apis odv, NOI Costa di Rovigo, Centro aiuto alla Vita, Associazione Pianeta Handicap ODV, Gruppo Teatrale il Mosaico, Ass. Gruppo Famiglie Aperte all’Accoglienza, AIL ROVIGO – “SARA E FABIO BELLATO” – ODV, Telefono Azzurro sede di Rovigo, Movimento 100% APS, Il Cortile degli Olivetani, Forse A GH’La Fen APS, Lega Nazionale del Cane di Rovigo, Andos Rovigo.

All’interno del cartellone degli eventi di questa edizione di Solidaria,  si segnalano   gli appuntamenti a Rovigo e provincia, tre dei quali sono frutto della co-progettazione “Insieme si può” che coinvolge oltre 20 associazioni del territorio impegnate sui temi della disabilità e dell’inclusione.

E’ già sold-out la navigazione tra le lagune del Delta in programma domani domenica 18 settembre alle 15, alla scoperta dei territori dove terra ed acqua si fondono in una cosa sola con i ragazzi e le ragazze dell’associazione di Porto Tolle Luce Sul Mare ODV che saranno le guide d’eccezione della giornata.

Il teologo Vito Mancuso sarà in Sala Gran Guardia il 20 settembre alle 21 per accompagnare il pubblico a rispondere alla domanda “Che cosa possiamo desiderare?”. 

Venerdì 23 settembre alle 17 a Palazzo Angeli il costituzionalista Emanuele Rossi docente della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa approfondirà il riconoscimento del volontariato e del concetto di desiderio nella Costituzione.

Sabato 24 settembre doppio appuntamento, il pomeriggio alle 15 con partenza da Ariano nel Polesine con “UNA CAMMINATA PER L’ALZHEIMER. INSIEME PER ROMPERE IL SILENZIO – SECONDA EDIZIONE”. La camminata, organizzata da Officine Sociali APS, vuole promuovere la conoscenza della Malattia di Alzheimer. Si tratta di un percorso di circa 10km, non è una manifestazione competitiva e si svolge ad Ariano nel Polesine, nel cuore del Delta del Po. 

Alle 20.30 a Villanova del Ghebbo sarà possibile partecipare alla “CENA DELLA GIOIA”, cena-degustazione con piatti preparati dai giovani chef dell’Osteria della Gioia, gestita dall’associazione Gli Amici di Elena.

La provincia di Rovigo ospiterà anche due dei 7 appuntamenti della rassegna artistica “Solidaria on the balkòn”. 

Il 18 Settembre 2022 alle ore 16 il Circo Fungo di Geo il giocoliere sarà ospitato in una casa privata ad Arquà Polesine (RO) per l’occasione aperta al pubblico del Festival.

Sarà proposto un laboratorio per bambini e ragazzi con spettacolo di giocoleria.

Domenica 25 settembre 2022 alle ore 21 la danza verticale di Vertical Waves Project proporrà lo spettacolo Variazione 6b sul palazzo di via Domenico Angeli 9, Rovigo

Gli eventi sono a partecipazione gratuita su iscrizione dal sito www.solidaria.eu

Luca Marcon, presidente del CSV di Padova e Rovigo ha dichiarato: “Questa quinta edizione di Solidaria – la mia prima da Presidente del CSV di Padova e Rovigo – sarà scandita dalla parola desiderio trasportata su un piano collettivo, che metterà insieme tutte le nostre singole speranze individuali in un sentimento di condivisione comune. Come nello stile e nella tradizione del Festival Solidaria il programma di quest’anno cerca di scandagliare le diverse sfaccettature del desiderio indagando, concettualizzando e problematizzando quella che non è una semplice parola, ma una vera e propria guida del nostro agire condivisa con tutte le associazioni di volontariato del nostro territorio. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le associazioni che hanno contribuito alla programmazione del Festival e a tutte le istituzioni che stanno collaborando alla buona riuscita del Festival, segno che è sempre più considerato Festival di tutti“.

Marinella Mantovani, vicepresidente del CSV di Padova e Rovigo: “Il volontariato è desiderio di cambiamento così come desiderio di cambiamento è il nostro essere cittadini attivi e responsabili che guardano alla “casa comune” come un bene prezioso di cui prendersi cura. I grandi temi oggi in agenda, a partire dalla lotta al cambiamento climatico, alla giustizia sociale, all’inclusione e alla pace investono tutti noi, volontari e non, uomini e donne, in quanto solo dalla nostra capacità e volontà d’immaginarci come un insieme possiamo trovare la forza per realizzare quel desiderio di benessere per tutti e tutte”. Edoardo Gaffeo, sindaco di Rovigo, ha concluso l’inaugurazione dicendo che “Siamo felici di ospitare questo evento che è ormai, una tradizione. Uno dei fiori all’occhiello delle iniziative  a livello nazionale ed europeo, riguardanti il mondo del volontariato. La collaborazione fra pubblico e privato, nella fornitura di servizi in grado di aiutare le persone, soprattutto chi ha più bisogno,  è fondamentale. Senza il volontariato non avremmo potuto affrontare e superare il periodo della pandemia. Questo vuole quindi, essere anche un momento celebrativo per far capire cosa significa il volontariato, presentando pubblicamente con orgoglio,  le attività che vengono svolte, valorizzandone la straordinaria ricchezza. Rivolgo un grande ringraziamento a chi si impegna nel mondo del volontariato, in collaborazione con il Comune e con i vari enti ed istituzioni”.