Bilancio più che positivo per il cinema teatro Duomo
Nella foto una proiezione al cinema Duomo

L’anno scorso oltre 16.000 spettatori e diversi eventi sold out. La terza stagione promette di fare ancora meglio

Come sta andando il cinema Duomo? E’ una domanda molto frequente da parte degli spettatori o dei cittadini incuriositi dalla riapertura, ormai più di due anni fa, dell’unico cinema nel centro storico di Rovigo. Il primo trimestre dell’anno è occasione per fare il punto su com’è andato il 2023, guardando anche ai primi risultati dell’anno in corso. E il bilancio è assolutamente positivo.

Di stagione in stagione, il pubblico del cinema teatro Duomo è aumentato e soprattutto si è consolidato, nel senso che si è fatta sempre più forte quella parte di spettatori che vengono al cinema tutte le settimane e che seguono la programmazione in modo fedele. Guardando ai numeri, nel 2023 sono stati quasi 15.000 i biglietti staccati alla cassa del cinema rodigino. Se si aggiungono alcuni eventi a ingresso gratuito, il numero di spettatori supera di misura i 16.000. Solo l’anno scorso, ben tre eventi sono andati completamente sold out.

Il cinema ha aperto per 158 giorni e proposto 136 diversi film, a cui vanno aggiunte le 6 proiezioni estive di “Cinema in giro” nei mesi di giugno e luglio in vari spazi all’aperto e 23 spettacoli teatrali ospitati sul palcoscenico di vicolo Duomo.
Tra gli elementi di attrattiva, sicuramente i molti ospiti arrivati al cinema di Rovigo, spesso per la prima volta in assoluto, per presentare i loro film o partecipare ad eventi speciali, ben 13 l’anno scorso, tra cui vanno sicuramente ricordati il fumettista Zerocalcare, l’attore e regista Giuseppe Battiston, l’attrice e regista Kasia Smutniak e il primo ospite internazionale, il regista Teemu Nikki, il cui nuovo film ha la colonna sonora composta in collaborazione con il Conservatorio di Rovigo.

Da sempre aperto a collaborazioni con altre realtà della città, il cinema teatro Duomo ha proposto 7 rassegne con vari partner: Fondazione Cariparo e Palazzo Roverella, Pastorale Familiare, Scuola Diocesana di formazione teologica, Centro per la Formazione e la consulenza della coppia e della famiglia, Teatro Sociale di Rovigo, Conservatorio “Venezze” di Rovigo, Cineteca di Bologna, Babylon Lingue.

Infine, un investimento a cui la sala rodigina tiene particolarmente è rivolto alle scuole, con ben 20 matinée con proiezioni, spettacoli e assemblee, più 4 progetti dedicati proprio agli studenti per la creazione di elaborati audiovisivi originali. Infine, il cinema Duomo ha continuato a sperimentare soluzioni innovative per non limitarsi semplicemente a proiezioni di film, ad esempio con la rassegna “Oltre la vista”, che ha proposto in sala esperienze dedicate a gusto, tatto, udito, olfatto.

E quest’anno? Dopo il recente sold out per l’arrivo di Giulia Innocenzi a Rovigo con “Food for profit” e un evento storico come la chiacchierata in sala con Lou Marini, sassofonista dei Blues Brothers, la terza stagione del cinema Duomo promette di fare ancora meglio della precedente. Dopo un autunno andato molto bene, nel primo trimestre 2024 sono già oltre 6.000 i biglietti staccati, mentre sono in programmazione nuovi eventi e nuovi format per la stagione estiva.

Il cinema teatro Duomo, va ricordato, ha riaperto nel novembre 2021 sotto la gestione dell’impresa sociale Zico di Rovigo, intenzionata a sperimentare la rigenerazione di uno spazio chiuso con la pandemia e inattivo come cinema addirittura dal 2006. E’ di fatto l’unico cinema nel centro storico della città. La programmazione, aggiornata di settimana in settimana, è sul sito www.cinemaduomo.it e sui canali social del cinema teatro Duomo.