Angela Finocchiaro in scena il 25 luglio e Claudio Bisio il 1° agosto all’area spettacoli del Censer

Le attività culturali ripartono dall’area spettacoli del Censer. Dopo il lungo periodo di chiusura, dovuto all’emergenza sanitaria, due grandi serate aspettano gli amanti della prosa.

I nuovi spettacoli organizzati in sostituzione di quelli annullati, sono: “BESTIA CHE SEI” con Angela Finocchiaro, in scena il 25 luglio alle ore 21.30 (sostituzione di Bodytraffic del 19 marzo 2020) e “MA TU SEI FELICE?” con Claudio Bisio e Gigio Alberti, in scena il 1° agosto 2020 ore 21.30 (sostituzione de I fratelli Karamazov del 27 marzo 2020).

Gli eventi sono realizzati dall’assessorato alla Cultura con Arteven e la collaborazione della Fabbrica dello zucchero.

Siamo felici – ha detto l’assessore alla Cultura Roberto Tovo, in occasione della presentazione avvenuta oggi a palazzo Nodari –, di ripartire con una programmazione della stagione di Prosa purtroppo interrotta, ridando alla nostra città l’opportunità di vedere spettacoli dal vivo, offrendo soluzioni logistiche diverse. Sono due proposte artistiche interessanti e piacevoli. Questo è l’inizio di altri appuntamenti culturali che prenderanno il via prossimamente”.

Due spettacoli, come ha evidenziato Pierluca Donin direttore di Arteven, con buona visibilità, ma con uno spirito un po’ leggero. “Speriamo che a gennaio si possa tornare a programmare spettacoli nella normalità”.

Soddisfazione anche dal direttore artistico del Taetro Sociale, Luigi Puxeddu e da Claudio Curina presidente della Fabbrica dello zucchero, progetto nato proprio per dare spazio ad eventi culturali nell’area Censer.

Gli spettacoli

BESTIA CHE SEI – 25 luglio alle ore 21.30
Stefano Benni e Angela Finocchiaro hanno spesso incrociato le loro vite professionali nell’arco degli ultimi venti anni. Come scrittore Benni ha realizzato testi teatrali che sono diventati classici della drammaturgia contemporanea e che l’attrice milanese ha portato in tournée per molti anni. Da La Misteriosa scomparsa di W, proseguendo con Pinocchia e Benneide fino ad arrivare a Mai più soli. In Bestia che sei i protagonisti che incontriamo scaturiscono uno dopo l’altro con spontanea naturalezza dall’immaginazione dello scrittore bolognese e danno vita ad una sfilata di caratteri surreali e grotteschi, a volte molto reali e altre volte decisamente fantastici, a volte teneri e a volte crudeli, ma soprattutto creature ambigue, che ci ricordano che l’homo sapiens è la bestia più ridicola e feroce del cosmo.

MA TU SEI FELICE? – 1 agosto 2020 ore 21.30

Tratto dal libro Ma tu sei felice? di Federico Baccom. Produzione Solea
Vincenzo e Saverio, due uomini benestanti, sono seduti al bar e parlano incuranti di ciò che li circonda. Discutono di molte cose – mogli, figli, tradimenti, lavoro – e snocciolano soluzioni ai problemi che rivelano tutti i peggiori difetti dell’uomo: maschilismo, egocentrismo, razzismo, superficialità, emergono dai due protagonisti con un candore talmente assoluto da farli risultare simpatici. Da una sola domanda rifuggono, come se fosse pericolosa e se potesse fare cadere il castello di carte che stanno costruendo: “Ma tu sei felice?”. E quella che sembrava essere una tranquilla chiacchierata al bar si rivelerà essere qualcosa di più.

Informazioni e biglietti

I POSSESSORI DI BIGLIETTI di BodyTraffic e Fratelli Karamazov O ABBONAMENTO STAGIONE DI PROSA/DANZA 2019-2020: devono confermare la  presenza entro il 25 luglio telefonando al botteghino del Teatro Sociale (0425 25614) oppure inviando una e mail ad entrambi i seguenti indirizzi [email protected] e [email protected].
Per chi lo desiderasse è possibile recarsi personalmente al Botteghino del Teatro Sociale che verrà aperto dal 15 luglio 2020 nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.30.
La conferma è necessaria e obbligatoria per assegnare i posti e poter accomodare vicini congiunti e conviventi.
Al momento della prenotazione per assistere allo o agli spettacoli è necessario presentarsi in biglietteria muniti del “vecchio” biglietto o abbonamento o allegarlo alla e mail di conferma.
N.B. Si può accedere agli spettacoli solo su prenotazione che si può effettuare sino alle 19.30 della data degli eventi al botteghino del Teatro Sociale.
Chi non fosse interessato potrà  avere il ristoro attraverso la richiesta di un voucher entro 30 giorni dalla data dello spettacolo d attraverso il sito www.vivaticket.it oppure potrà donare il  biglietto a sostegno dello spettacolo dal vivo rinunciando alla conversione in voucher del titolo di accesso. In questo caso inviare una mail a [email protected] allegando una foto o copia del proprio biglietto.
Tutti gli aggiornamenti sui siti www.comune.rovigo.it/teatro e www.arteven.it