La presentazione dell’opera si tiene giovedì 6 alle 18 in Accademia dei Concordi

La Stagione lirica del Teatro Sociale di Rovigo apre il suo calendario con Madama Butterfly di Giacomo Puccini.
La presentazione dell’opera si tiene giovedì 6 ottobre alle 18 in Accademia dei Concordi, a cura dell’Associazione Amici del Teatro Sociale di Rovigo. Relatore Luigi Costato.

la vicenda
 ATTO PRIMO
Giappone, Nagasaki.

La scena si svolge all’esterno di una casa su una collina che domina il porto. Goro, sensale di matrimoni, la sta facendo visitare al tenente Pinkerton, della Marina Americana, che l’ha acquistata per andarci a vivere con la giovane Cio-Cio-San , che sta per sposare. Poco prima della celebrazione del matrimonio giunge Sharpless, il console americano, che si congratula con Pinkerton per le nozze imminenti. Pinkerton non nasconde a Sharplessche queste nozze sono per lui un gioco da interrompere quando viene a noia, e Sharpless si dichiara in disaccordo con questa volontà. Arriva Butterfly, accompagnata dai parenti e ha luogo la cerimonia, non prima che lei abbia rivelato a Pinkerton la sua età (15 anni), e che abbia confessato di essersi convertita alla religione cristiana per essere in perfetta armonia con il suo sposo. Mentre sono in atto i festeggiamenti irrompe furente lo zio Bonzo, che maledice Butterfly per avere tradito la religione degli avi e invita i parenti a rinnegarla. La festa è rovinata e tutti si allontanano. Pinkerton abbraccia la giovane sposa in lacrime e la conforta con parole più affettuose

ATTO SECONDO
prima parte
La scena si svolge nella casa di Butterfly. Sono ormai passati tre anni da quando Pinkerton è partito con la promessa di tornare “quando i pettirossi fanno il nido”, e Butterfly non ha mai smesso di attenderlo. L’ottimismo di Butterfly ha un fondamento; Pinkerton non continuerebbe a pagare l’affitto della casetta se non avesse intenzione di tornare. Giunge intanto il console americano. Sharpless arriva alla casa di Butterfly per comunicarle che ha ricevuto una lettera da Pinkerton in cui informa di essersi sposato con una donna del suo paese e che presto giungerà a Nagasaki. Prima che il console, infinite volte interrotto, possa rivelare a Butterfly la verità, giunge Goro, il sensale di matrimoni, accompagnato dal principe Yamadori, ricco e nobile corteggiatore. Goro spiega a Butterfly che per la legge giapponese lei è libera di risposarsi ma la donna non lo ascolta e congeda il sensale. Sharpless, molto turbato, chiede a Butterfly che cosa farebbe se il marito non dovesse tornare. Butterfly risponde che, se Pinkerton sapesse del bambino, tornerebbe. Echeggia un salve di cannone che annuncia l’arrivo di una nave in porto. Cio-Cio-San corre ad afferrare il cannocchiale per leggere sulla prua il nome della nave: è la Abramo Lincoln. Felice, ordina a Suzuki, la sua aiutante, di cogliere i fiori del giardino e di adornare la casa, poi indossa l’abito da sposa e attende impaziente l’arrivo del marito.
seconda parte
È ormai l’alba e i rumori della città svegliano Suzuki. Accortasi che la padrona è stata in ansiosa attesa tutta
la notte, la invita ad andare a coricarsi. Butterfly prende il bimbo addormentato fra le braccia e si ritira in camera sua. Poco dopo giunge Pinkerton accompagnato da Sharpless e da Kate, la moglie americana. L’ufficiale, saputo da Sharpless di essere padre, è giunto fino alla casetta per convincere Butterfly ad affidare a Kate il bimbo. Li accoglie Suzuki, che narra a Pinkerton tutte le sofferenze di quei tre anni. Il rimorso dell’ufficiale è troppo forte e lo fa fuggire. Rimangono ad attendere il risveglio di Butterfly il console e Kate. Quando Butterfly si desta e si affaccia per vedere se suo marito sia giunto, scorge Sharpless in compagnia di una occidentale.
Comprendendo la gravità della situazione interroga Suzuki, che le risponde a monosillabi. Intanto aggiunge
che consegnerà il bambino al padre solo se verrà lui stesso a prenderlo fra mezz’ora. Il console e Kate se ne
vanno. Butterfly simulando un gioco benda il bambino e si ritira dietro un paravento. Con la spada di suo padre, su cui è incisa la frase: “per morire con onore quando non si può vivere con onore”, fa hara-kiri. Sulla soglia compare Pinkerton, che grida il nome di Butterfly. L’uomo raccoglie tra le braccia il corpo della povera giapponese mentre il bimbo continua a giocare ignaro di tutto.

il libretto
Madama Butterfly
Tragedia giapponese in due atti

Libretto
Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

Prima rappresentazione
28 maggio 1904, Teatro Grande di Brescia

Personaggi
Madama Butterfly / Cio-Cio-San soprano
Pinkerton, tenente della
marina degli Stati Uniti tenore
Suzuki, servente di Cio-Cio-San mezzosoprano
Sharpless, console degli
Stati Uniti a Nagasaki baritono
Goro, nakodo tenore
Lo zio Bonzo basso
Il Principe Yamadori tenore
Kate Pinkerton mezzosoprano
Lo zio Yakusidé baritono
La zia soprano
La cugina soprano
Dolore bambino
Coro di parenti, amici e amiche di Cio-Cio-San,
servi
Luogo
Nagasaki, all’epoca della composizione
dell’opera, agli inizi del ‘900

FABIO CERESA regista
Fabio Ceresa è assistente alla regia per il Teatro alla Scala di Milano. Dal 2006 affianca alcuni tra i maestri della regia contemporanea – Luca Ronconi, Peter Stein, Patrice Chéreau, Pierluigi Pizzi, Graham Vick, Eimuntas Nekrosius – e prende parte al riallestimento di produzioni storiche firmate da Giorgio Strehler, Franco Zeffirelli e Jean Pierre Ponnelle, curandone anche la ripresa in occasione di tournée nazionali e internazionali. Debutta giovanissimo nella regia con La Traviata di Giuseppe Verdi per il Teatro Comunale di Tricesimo (Udine). Nel 2010 cura la mise en scène dell’opera di Marco Tutino Le bel indifferent per il Festival della Valle d’Itria di Martina Franca e firma la regia di Madama Butterfly per la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, spettacolo ripreso
nei teatri di Fermo e Brindisi. Nel gennaio 2012 allestirà per As.Li.Co. una nuova produzione de La Traviata. Ha collaborato ad allestimenti di Peter Hall, Gilbert Deflo,  Lamberto Puggelli, Cesare Lievi, Francesca Zambello, Marco Gandini, Davide Livermore, Franco Ripa di Meana, Antonio Albanese, in Italia e all’estero – New National Theatre of Tokyo, Glyndebourne Festival, Palau de las Artes Reina Sofia di Valencia, Aalborg Congress & Culture Centre (Danimarca). Come librettista ha scritto per la musica di Daniela Terranova, Marco Taralli e Daniele Zanettovich. Per quest’ultimo ha curato il libretto dell’opera Marco Polo, pubblicata dalle edizioni Musicali Pizzicato. I suoi lavori sono stati eseguiti al Festival Monteverdi di Cremona, al Teatro Carlo Felice di Genova, al Gran Teatre del Liceu di Barcellona, all’Auditorium Parco della Musica e al Teatro dell’Opera di Roma.
Collaborando con Daniela Terranova vince il primo premio del concorso “Kinderszenen” indetto dal
Comitato Nazionale Italiano di Musica (Cidim) con il Singspiel Re Tuono; l’opera teatrale Mannaggia a Bubbà!
nel 2011 vince il premio internazionale “Gianni Bergamo Classic Music Award” di Lugano.

Madama Butterfly
Tragedia giapponese in due atti
di Giacomo Puccini
libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

Personaggi Interpreti
Madama Butterfly Yasko Sato*
F. B. Pinkerton Giuseppe Talamo
Suzuki Evgeniya Rakova*
Sharpless Gonzalo Ezequiel Moya*
Goro Eduardo Hurtado Rampoldi*
Zio Bonzo Riccardo Ferrari
Principe Yamadori Gilberto Mulargia
Kate Pinkerton Chiara Brunello
Commissario imperiale Gianluca Tumino
Maestro concertatore e direttore d’orchestra Nicola Marasco
Regia Fabio Ceresa
Scene Giada Tiana Claudia Abiendi
Costumi Massimo Carlotto
Luci Roberto Lunari
Maestro del coro Giuliano Fracasso
Orchestra Regionale Filarmonia Veneta
Coro Lirico Veneto

* Vincitori del XL Concorso Internazionale per Cantanti “Toti Dal Monte”
Allestimento Fondazione Teatro Comunale di Bologna
Coproduzione Teatro Sociale di Rovigo e Teatri e Umanesimo Latino S.p.A.
e con la partecipazione di Bellussi Valdobbiadene

Per informazioni:

Teatro Sociale di Rovigo
Piazza Garibaldi, 14 – ROVIGO
www.comune.rovigo.it/teatro
Uffici
Piazza Garibaldi, 31 – ROVIGO
Tel. 0425 27853 / 21734 – Fax 0425 29212
E-mail: teatrosociale@comune.rovigo.it

Botteghino
Tel. 0425 25614 – Fax 0425 423164
E-mail: teatrosociale.botteghino@comune.rovigo.it
Orari: 10.00-13.00 / 16.00-19.30 Giorni di spettacolo: 10-13 / 16-22