Controlli coordinati del Comando Provinciale Carabinieri
Una foto dei controlli dei Carabinieri

Nove persone denunciate, sette segnalate per detenzione di stupefacenti e tre per ubriachezza

Nella sorsa giornata, in orario serale e notturno, i Carabinieri del Comando Provinciale di Rovigo hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio polesano, finalizzato prioritariamente alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, al controllo della circolazione stradale nonché dei luoghi e dei locali frequentati da persone dedite al consumo di sostanze stupefacenti ed all’abuso di bevande alcoliche.
Nel corso del servizio – in cui oltre alle normali pattuglie volte a garantire la quotidiana vigilanza del territorio, sono stati impiegati dodici veicoli militari con ventiquattro Carabinieri dei Nuclei Radiomobili e delle Stazioni delle tre compagnie di Rovigo, Adria e Castelmassa – sono stati controllati 11 esercizi pubblici, verificate le posizioni di 17 persone sottoposte ad obblighi/restrizioni alla libertà personale, eseguiti numerosi posti di controllo, che hanno complessivamente portato alla verifica di 69 veicoli e all’identificazione di 122 persone, con 12 sanzioni amministrative elevate.
A conclusione delle attività nove persone sono state deferite in stato di libertà:

  • quattro automobilisti per “guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti”, tutti uomini italiani, uno coinvolto in sinistro stradale, a carico dei quali si è proceduto al ritiro della patente ed in due casi anche al sequestro dell’autovettura;
  • un pregiudicato 54enne, italiano, per “guida senza patente” in quanto revocata, mentre il proprietario del veicolo, 56enne italiano, che viaggiava con lui per “incauto affidamento”;
  • un pregiudicato 42enne rumeno per “porto di oggetti atti ad offendere”, poiché dal controllo all’autovettura su cui viaggiava sono stati rinvenuti tre cacciavite di grosse dimensioni e otto taglierini, trasportati senza giustificato motivo e sottoposti a sequestro;
  • un pregiudicato 19enne italiano per “violazione del foglio di va obbligatorio”, poiché controllato nel Comune di Bosaro dal quale era stato allontanato con divieto ritorno per anni tre, con provvedimento notificatogli nel marzo scorso;
  • un 55enne imprenditore cinese per varie “violazioni degli obblighi del datore di lavoro, in particolare connesse con la tutela, la salute e la sicurezza dei lavoratori”, con posizione verificata nel corso di un controllo svolto, congiuntamente, dai Carabinieri di Castelmassa e da quelli del Nucleo Ispettorato CC di Rovigo.
    Nell’attività di contrasto alle sostanze stupefacenti sono stati segnalati all’Autorità di P.S. (ai sensi dell’art.75 DPR 309/90 e quali assuntori) sette persone (cinque uomini e due donne), quattro giovani tra i 19 ed i 21 anni poi un 37enne e due 50enni, trovate in possesso di sostanze stupefacenti asseritamente destinate ed un uso personale, con il complessivo sequestro di 13 grammi di hashish, 5 grammi di Cocaina, 2 grammi di Marijuana e una pasticca di ecstasy. Nei controlli volti a contrastare l’abuso di sostanze alcoliche sono state sanzionate amministrativamente (sensi art.688 CP) tre persone, colte in stato di manifesta ubriachezza.