Il commissario Tomao in visita al canile rifugio di Rovigo
Nella foto il CIPA ed il canile rifugio

Il Commissario ha voluto constatare personalmente l’esistenza di particolari esigenze e criticità emergenti

“Una struttura di eccellenza, gestita da personale qualificato che si vede quanto amore ha per gli animali. Invito, chi desidera avere un amico a quattro zampe, a rivolgersi al canile per adottare un cane. Qui vengono salvati e curati tanti piccoli animali che attendono solo di trovare una casa e una famiglia”.

Queste le parole del commissario straordinario Gianfranco Tomao, che ieri ha visitato il CIPA – Centro intercomunale per la protezione degli animali e Canile Rifugio di Rovigo, dal 2009 affidato in gestione all’associazione Lega Nazionale per la Difesa del Cane – Sezione di Rovigo APS, tramite convenzione tra 50 Comuni polesani, di cui il Comune di Rovigo è capofila.
Il desiderio di conoscere la struttura, come ha spiegato il commissario Tomao, è maturato in occasione della seduta del Collegio di Vigilanza del CIPA, svoltasi lo scorso 12 marzo e da lui presieduta. Durante l’incontro ha avuto modo di conoscere nel dettaglio l’organizzazione della struttura e i servizi che rende ai Comuni aderenti, nell’ambito delle azioni previste dalla normativa regionale e nazionale vigente in materia di tutela degli animali e di prevenzione del randagismo.

Il Collegio di Vigilanza è l’organismo intercomunale che sovraintende alle attività del CIPA, di cui attualmente sono membri anche i sindaci dei Comuni di Adria, Bagnolo di Po, Crespino e Ceneselli.
Il commissario Tomao, accompagnato da Chiara Furlan, responsabile dello Sportello per il Benessere degli animali del Comune di Rovigo, è stato accolto dalla vice-presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane – Sezione di Rovigo Chiara Cappellato e da alcuni membri del direttivo dell’associazione che, dopo aver illustrato l’organizzazione della struttura e le attività svolte, gli hanno fatto conoscere da vicino la realtà, con una passeggiata tra i box che ospitano i cani.

Il Commissario ha voluto constatare personalmente l’esistenza di particolari esigenze e criticità emergenti, legate in particolare alla presenza di cani di razze impegnative e di difficile gestione, quali pitbull, amstaff, rottweiler entrati al Canile Rifugio a seguito di abbandoni e rinunce di proprietà, rendendosi disponibile ad individuare eventuali interventi necessari a garantire il maggior benessere possibile agli animali e a supportare al meglio lo svolgimento delle attività degli operatori che li accudiscono.

Al termine della visita, il commissario Tomao ha espresso sinceri apprezzamenti per la qualità dei servizi resi dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane – Sezione di Rovigo e per la grande passione con cui i volontari si prendono cura dei loro ospiti, grazie alle donazioni e a chi sceglie di destinare il 5XMille dell’Irpef per dare sostegno a questa importante realtà.