Operazione dei Carabinieri di Rovigo
Un posto di blocco dei Carabinieri di Rovigo

Si tratta di due uomini residenti in Polesine

I Carabinieri della Compagnia di Rovigo, nei giorni scorsi, hanno dato esecuzione a due provvedimenti detentivi – a carico di soggetti residenti in Polesine – emessi dalle competenti Autorità Giudiziarie a seguito di condanne definitive, in particolare:

A Villadose un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Rovigo a carico di un 48enne cittadino italiano, che deve scontare una pena residua di undici mesi di reclusione oltre a pagamento di una multa di euro novecento. La citata pena residua scaturisce da condanne per una serie di reati, in particolare per “ricettazione” e “falsificazione / alterazione di carte di credito”, commessi in Adria (RO) nell’anno 2014. L’uomo, al termine delle attività, è stato condotto presso la propria residenza per l’espiazione della pena in detenzione domiciliare.

A Crespino un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Venezia, a carico di un 32enne, che deve scontare un cumulo pene un anno quattro mesi e ventisette giorni di reclusione, oltre al pagamento di una multa di euro mille. La pena scaturisce da condanne per una serie di “furti” avvenuti nell’anno 2015, in varie località delle province di Rovigo e Padova. L’uomo, al termine delle attività, è stato condotto e rinchiuso presso il carcere di Rovigo dove sconterà il residuo di pena indicato.