I controlli dei Carabinieri di Rovigo

Il cinquantenne italiano è stato condannato a due mesi e venti giorni di reclusione

I Carabinieri della Compagnia di Rovigo lo scorso fine settimana, nell’ambito di mirati servizi volti alla prevenzione e repressione dei reati nelle aree periferiche del medio polesine, durante un servizio di controllo del territorio hanno effettuato l’arresto in flagranza di reato di un italiano di 50 anni per ipotesi di reato di detenzione di stupefacente a fini di spaccio.

Nella tarda serata di venerdì 24 novembre i Carabinieri hanno notato un’auto di grossa cilindrata parcheggiata e lasciata accesa nei pressi di un istituto di credito di Villanova del Ghebbo (RO), con all’interno un uomo che vi dormiva. Nell’immediatezza i militari hanno provveduto al controllo dell’uomo sottoponendolo a perquisizione personale e veicolare rinvenendo così circa 13 grammi di cocaina, 150 grammi di sostanza da taglio, bilancini di precisione, un taglierino, del materiale per il confezionamento e anche del denaro contante, la perquisizione è stata poi estesa alla sua abitazione.

Lo stupefacente, il materiale per il confezionamento e la somma di denaro sono stati immediatamente sequestrati mentre l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Rovigo che ha disposto la detenzione presso il domicilio e richiesto la convalida dell’arresto e misura cautelare con rito direttissimo, cui è seguita la convalida dell’arresto e il giudice, in sede di rito direttissimo, ha condannato l’uomo ad una pena di due mesi e venti giorni di reclusione.