Dalle 18 alle 20 sarà spenta l’illuminazione pubblica di piazza Vittorio Emanuele II e nel tratto centrale di corso del Popolo

Anche quest’anno il Comune di Rovigo aderisce a “M’illumino di meno”.  La campagna di sensibilizzazione e comunicazione sul risparmio energetico, promossa a livello nazionale ed internazionale da Caterpillar, trasmissione radiofonica di grande successo di RAI Radio2, il canale d’intrattenimento della radio pubblica italiana.

Il Comune di Rovigo partecipa venerdì 11 marzo con lo spegnimento dell’illuminazione pubblica in piazza Vittorio Emanuele II e nel tratto centrale di corso del Popolo dalle ore 18.00 alle ore 20.00, e con la piantumazione di un albero in una scuola della città. Il Comune ha acquisito la partecipazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “E. De Amicis”, che aderisce a sua volta all’iniziativa.

“M’illumino di meno”, nata il 16 febbraio 2005 in concomitanza con l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto allo scopo di sensibilizzare e coinvolgere enti, istituzioni, aziende, esercenti, associazioni e tutti i cittadini sul tema di risparmio energetico, promuove l’adozione di buone pratiche finalizzate all’effettiva riduzione dei consumi, in particolar modo quelli elettrici.

“M’illumino di meno”, come spiega l’assessore all’Ambiente Dina Merlo, “è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, in cui si chiede agli abitanti delle città italiane di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili e si propone di attuare altre azioni concrete, finalizzate all’adozione di stili di vita sostenibili ed utili alla transizione energetica. L’iniziativa assume una particolare rilevanza in questo momento di forte crisi energetica e rappresenta un momento di riflessione e di impegno per ripensare modalità permanenti di risparmio energetico, a partire dalla vita di tutti i giorni, per contenere gli aumenti dei costi della bolletta energetica che stanno diventando un problema primario per i cittadini e per ridurre i consumi nazionali di energia. Oggi più che mai appare evidente che il risparmio energetico è la prima fonte di energia, conseguendo al tempo stesso risultati economici e ambientali significativi. Stiamo affrontando una crisi umanitaria, oltre che energetica e geopolitica, che richiederà una cambio radicale nelle nostre scelte personali e decisioni collettive“.

La diciottesima edizione di “M’illumino di Meno”, programmata per venerdì 11 marzo 2022, si colloca in questo contesto generale ed assume anche obiettivi di carattere ambientale più ampi come il miglioramento della qualità dell’ambiente, “mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, perché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare l’esistente”.

Quest’anno “M’illumino di Meno” invita a “spegnere”, a “pedalare, a “rinverdire” e, in generale, a migliorare i propri stili di vita, sprecando meno risorse e diminuendo l’impatto ambientale, tramite l’efficientamento energetico e il passaggio a fonti di energia rinnovabili.

Le scuole di ogni ordine e grado, le università, i Comuni, gli enti pubblici e privati e le associazioni, sono invitati a partecipare, registrando la propria adesione on-line alla pagina web dedicata.