L’attività del presidio ospedaliero “Santa Maria Maddalena” è a pieno regime. Ma l’enorme quantità di prestazioni arretrate per il lockdown sta mandando in tilt i centralini

L’enorme quantità di richieste di prestazioni mediche che si sono accumulate nel corso dello stop forzato conseguente alla pandemia Covid-19 sta mandando in tilt i centralini della casa di cura “Santa Maria Maddalena” di Occhiobello. Il presidio ha quindi messo a punto tre nuove modalità attraverso le quali i pazienti potranno prenotare visite ed esami.

Vittorio Morello, AD del presidio ospedaliero

L’interruzione forzosa dell’ordinaria attività sanitaria programmabile, sia in regime ambulatoriale che di ricovero, ha generato un accumulo di prestazioni che la nostra struttura sta cercando di erogare nel miglior modo possibile – spiega l’Ad della casa di cura “Santa Maria Maddalena” Vittorio Morello – garantendo la massima sicurezza per pazienti ed operatori. L’enorme quantità di richieste ha generato una prevedibile difficoltà ad entrare in contatto telefonico con i nostri centralini e, scusandoci per il disagio, raccomandiamo, se possibile, di utilizzare modalità di prenotazioni alternative”.

I canali per richiedere la prenotazione di visite ed esami, sono i seguenti:

  • telefonando al numero 0425768411 (selezionare 1);
  • tramite l’app Whatsapp scrivendo al numero 3401768566;
  • tramite email all’indirizzo [email protected];
  • compilando il form che si trova sulla home page della casa di cura all’indirizzo www.casadicura.it.