Dall’inaugurazione a Rovigo il 1° ottobre si sono succedute una decina di conferenze

Con la presenza di due presidenti nazionali, la proiezione di un dvd e un intervento medico-scientifico sulla conoscenza del male, si chiude sabato 29 ottobre a Villa Pepoli di Trecenta, l’ottobre rosa, l’iniziativa per la prevenzione al tumore al seno avviata dalla Provincia con i Comuni, le aziende Ulss, le associazioni Andos e Lilt, Auser Polesine Rovigo, Arcisolidarietà e San Vincenzo De Paoli.
Alle 16,30 Enzo Facci, primario Chirurgia generale Ulss 18 tratterà “Viviamo nella paura ed è così che non viviamo: il tumore al seno spaventa ma la coscienza e la prevenzione salvano la vita”. Poi gli interventi dei presidenti nazionali di Andos Francesco Maria Fazio e Lilt Francesco Schitulli cui farà seguito il dvd “Una luce rosa attraversa il Polesine”, raccolta di immagini curata da Marco Monesi dei monumenti illuminati per celebrare l’evento.
Dall’inaugurazione a Rovigo il 1° ottobre si sono succedute una decina di conferenze con la parte medica svilupparsi con l’alternarsi di esperti dal chirurgo al nutrizionalista, banchetti espositivi nelle piazze dei comuni aderenti ed il menù rosa con tanto di regole, prodotti e ricette.
A firma dell’assessore alle Politiche sociali Marinella Mantovani è stata inviata una nota a tutti i sindaci, partenr ed autorità “ad essere presenti” alla tappa conclusiva. che ha previsto anche intermezzi musicali di Roberto Bevilacqua dell’associazione L’Artificio di Este.