L’intervento di Adriano Romanelli, Presidente di Politropia Arcigay Rovigo

L’intervento di Adriano Romanelli, Presidente di Politropia Arcigay Rovigo.

“Per la prima volta il censimento della popolazione da la possibilità di censire le coppie conviventi, senza distinzioni di sesso! A pagina sedici del questionario viene chiesto di dichiarare la relazione di parentela o convivenza con l’intestatario del foglio di famiglia e le apposite risposte si distinguono tra convivenze in coppia e coabitazione.
Un’occasione unica per avere un numero reale di quante siano le coppie conviventi che sono in Italia, ed in particolare dello stesso sesso. Sempre che l’istituto Istat estrapoli il dato. Il mio appello, nonché la posizione di Arcigay e di altre associazioni per i diritti omosessuali e per la lotta alle discriminazioni, è rivolto a tutte le coppie conviventi nel Polesine, e non solo, a dire la verità sul proprio status di convivenza. Si tratta questa, di un’assunzione di responsabilità per se stessi e per tutti.
Teniamo conto del fatto che l’Istat con questo censimento tende a riconoscere le coppie di fatto, anche omosessuali, perciò è da vedersi anche come un passo avanti per avere noi più voce e
chiedere il riconoscimento di coppia anche dal punto di vista istituzionale e giuridico e non solo ai fini statistici”.