Bilancio dei servizi mirati al contrasto del fenomeno alla fine dell’estate 2011

E’ ora di bilanci, al termine ormai della stagione estiva e dei servizi mirati al contrasto dell’abusivismo commerciale. Il diffuso fenomeno sulle spiagge assume dimensioni talvolta abnormi con grave disappunto dei turisti e degli operatori economici del settore.
L’esigenza di servizi specifici è stata individuata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e il Questore di Rovigo ha avuto il compito di organizzarli.
Sia nella fascia oraria antimeridiana che in quella pomeridiana, sul lungo tratto di litorale ricadente nel comune di Rosolina, ha così agito una task force composta da poliziotti, carabinieri, finanzieri, agenti di polizia locale e operatori della Capitaneria di Porto, sempre coordinati da un funzionario della Polizia di Stato.
I risultati non si sono fatti attendere: oltre una trentina i soggetti sanzionati per decine di migliaia di euro. Ingente anche il materiale sequestrato, tra cui quasi duemila capi di vestiario, più di duemila articoli tra braccialetti e orecchini, oltre naturalmente ad aquiloni, bandane, palloni, racchette.