Iniziativa proposta dall’Anc per l’anniversario dell’alluvione in Polesine

Occhiobello. In vista del sessantesimo anniversario dell’alluvione del Polesine, è stata avviata la ‘macchina organizzativa’ per commemorare l’evento che a Occhiobello è sempre stato particolarmente sentito e ricordato dalla popolazione.
La giunta ha accolto la proposta del presidente della sezione dell’associazione nazionale Carabinieri di Occhiobello Luca Sgarbi, di conferire all’arma dei Carabinieri la cittadinanza onoraria per la presenza, il contributo di uomini e mezzi durante le operazioni di soccorso nel novembre 1951.
“Richiamando un decreto del 1953 – spiega il sindaco Chiarioni -, desideriamo ricordare non solo l’evento, ma anche le persone che fecero di tutto per salvare altre vite, sentiamo ancora viva riconoscenza per quegli uomini. Abbiamo manifestato tale volontà agli organi competenti dell’arma, anche il consiglio comunale sarà chiamato ad esprimersi in merito”.
La data ipotizzata per il conferimento da parte dell’amministrazione comunale all’arma dei Carabinieri della cittadinanza onoraria, potrebbe essere domenica 6 novembre.