Per il Reparto di Geriatria e i 4 posti di nefrologia si registrano le condizioni peggiori

L’assessore provinciale alla Salute Guglielmo Brusco denuncia una situazione al limite del sopportabile. “Ho ricevuto segnalazioni di gravi disagi per i pazienti e per il personale dell’ala vecchia dell’Ospedale di Rovigo. La situazione sarebbe al limite della sopportazione. Caldo, umidità e difficile funzionamento dell’aria condizionata, sono un insieme di cose terribili per gli ammalati e i lavoratori”.
Una di queste segnalazioni riguarda il Reparto di Geriatria, dove sembra sia stata misurata, prima di una parziale manutenzione che ha portato un leggero sollievo, addirittura una temperatura di 35 gradi. Anche per i 4 posti di nefrologia ci sarebbe una situazione insopportabile.
“Gli esseri umani devono venire prima di tutto, soprattutto se sono ammalati – sferza Brusco- . I soldi la Regione Veneto li risparmi per altre cose che sono scandalosamente ingiustificabili. Bisogna operare anche con accorgimenti tecnici provvisori, ma efficaci, affinché finisca il calvario per tante persone. Usiamo i soldi della sanità per gli ammalati e non anche per altre discutibilissime tipologie di intervento, utili soltanto ai bilanci di qualche clinica o ambulatorio privati convenzionati. Di esempi ne posso portare in grande quantità e spero che la Regione, cambi finalmente indirizzo”.