Venerdì 6 marzo la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico

Venerdì 6 marzo si terrà la XVI edizione della campagna di sensibilizzazione e comunicazione sul risparmio energetico, promossa a livello nazionale ed internazionale da Caterpillar, trasmissione radiofonica di RAI Radio2. Anche quest’anno il Comune di Rovigo aderisce a “M’illumino di meno” e invita tutti i cittadini a condividere l’iniziativa, spegnendo le luci che non sono indispensabili.
Il Comune partecipa aderendo ad un simbolico “silenzio energetico” ed il 6 marzo, dalle 18.30 alle 20, spegnerà l’illuminazione di piazza Vittorio Emauele II e del tratto centrale di Corso del Popolo. 

Lo slogan scelto per quest’anno è “spegniamo le luci e piantiamo un albero”: gli alberi si nutrono di anidride carbonica e sono, quindi, lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature. Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico.

Ed è in quest’ottica che l’amministrazione comunale, oltre ad aderire con lo spegnimento delle luci, procederà con la piantumazione di  alberi in alcuni punti del territorio. Considerando però il periodo di emergenza Coronavirus, l’iniziativa si svolgerà prossimamente.

 

L’INIZIATIVA:
M’illumino di meno” è nata il 16 febbraio 2005 in concomitanza con l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto e consiste nel coinvolgere, almeno per un giorno, il maggior numero di enti, aziende, negozianti, ristoranti, associazioni, cittadini privati etc. in pratiche di risparmio energetico mettendo in atto buone pratiche e attività utili che consentano un’effettiva riduzione dei propri consumi, in particolar modo quelli elettrici, nell’orario di messa in onda della trasmissione.