Da domani in vigore i provvedimenti previsti dall’ordinanza

A seguito rilevazione dati Arpav relativi alle polveri sottili, a Rovigo è ancora allerta 1 (arancione). Pertanto da domani 28 gennaio, saranno in vigore i provvedimenti previsti dall’ordinanza comunale.

L’allerta arancione viene attivata dopo 4 giorni consecutivi di superamento, nella stazione di riferimento, del valore limite giornaliero di PM10 nell’aria.

Di seguito i provvedimenti previsti per lo stato di allerta 1

  • la temperatura interna di edifici adibiti a:

– residenza ed assimilabili, adibiti ad uffici ed assimilabili, edifici adibiti ad attività commerciali ed assimilabili, non potrà superare i 19 gradi centigradi (con tolleranza di 2 °C);
-attività industriali ed artigianali ed assimilabili: la temperatura non potrà superare i 17 gradi centigradi (con tolleranza di 2 °C).

  • divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (legna, pellet, cippato), in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, con una classe di prestazione emissiva, stabilita in base alla classificazione del D.M. 186/2017 inferiore alle “3 stelle”;
  • sono vietate le combustioni all’aperto, anche in ambito agricolo, di materiale vegetale;
  • divieto di falò rituali, barbecue e fuochi di artificio, salvo deroghe previste.
  • divieto di spandimento di liquami zootecnici.
  • divieto di sosta con motore acceso per tutte le categorie di veicoli.
  • Misure di limitazione alla circolazione

dal lunedì alla domenica, incluse le giornate festive infrasettimanali, dalle ore 8.30 alle ore 18.30:
– autoveicoli alimentati a gasolio, immatricolati prima del 1 gennaio 2006 classificati EURO 0 – EURO 1 – EURO 2 – EURO 3;
– autoveicoli alimentati a benzina, immatricolati prima del 1° gennaio 1997, classificati EURO 0 – EURO 1.
– autovetture alimentate a gasolio omologate ai sensi delle direttive rispondenti alla dicitura EURO 4;
– veicoli (ciclomotori e motoveicoli due, tre, quattro ruote) classificati ai sensi degli art. 52 e 53 del D. Lgs. 285/1992 e smi., a due tempi, non omologati ai sensi della Direttiva rispondente alla dicitura EURO1 e successive ed il cui certificato di circolazione o di idoneità tecnica sia stato rilasciato in data antecedente al 1° gennaio 2000;

I divieti di circolazione si applicano su tutto il territorio comunale, con esclusione delle seguenti strade:

– Autostrada A13 per il tratto ricadente nel territorio comunale;

– S.S.16 “Adriatica” per il tratto ricadente nel territorio comunale;

– S.S.434 “Transpolesana” per il tratto ricadente nel territorio comunale;

– S.R.88 (via Amendola) da confine comunale a rotatoria via Lina Merlin;

– Via Lina Merlin da rotatoria via Amendola a rotatoria via Porta Adige;

– Via Porta Adige da rotatoria via Lina Merlin a Tangenziale est; 

– S.R.443 (viale Porta a Mare) da Tangenziale est a confine comunale.