In programma venerdì 8 settembre

E’ dedicata ai grandi dell’horror la VII edizione de “La notte bianca delle biblioteche”, in programma venerdì 8 settembre che vedrà l’apertura esclusiva e contemporanea di 30 biblioteche in 29 comuni del territorio polesano. Il programma prevede molteplici appuntamenti, incontri, presentazioni di libri, giochi, musica, letture animate e drammatizzate, con l’obiettivo di promuovere il servizio di pubblica lettura e le attività delle biblioteche, divertendo, interessando e incuriosendo gli utenti affezionati e potenziali.
Le iniziative sono rivolte ai bambini e ragazzi e il tema dell’horror serve ad esorcizzare le paure in modo curioso e divertente: la Biblioteca dei Ragazzi di Adria proporrà un Vamperitivo con animazione alla lettura, letture animate e storie da brividi sono previste a Bergantino, Fratta Polesine, Stienta, Bosaro, Ceregnano, Villadose e Villanova del Ghebbo mentre a Castelnovo Bariano sarà la notte dei libri viventi. E poi truccabimbi, cene al sacco, biscotti e camomilla per tutti i bimbi che potranno divertirsi in modo davvero insolito in biblioteca. A Castelguglielmo si giocherà tra Zombi e favole, a Corbola con il Quizzone horror, tema che a Taglio di Po sarà declinato in una caccia al tesoro. A Costa saranno i burattini a far venire brividi, a Gaiba si farà merenda con i fantasmi. Non mancheranno i laboratori per bambini, a Villamarzana e Melara, mentre a Porto Viro si raddoppia: un misterioso laboratorio per i più piccoli alla Bottega di Pinocchio e per gli adulti una performance teatrale su miti e leggende polesani in via Navi Romane.
Le proposte per gli adulti proseguono con le presentazioni di libri di Ariano Polesine e Crespino, spesso condite con musiche e proiezioni, come a Bergantino, Arquà Polesine, Stienta e Villanova Marchesana. A Ficarolo è previsto un incontro di approfondimento sulle paure degli adolescenti, un confronto sul genere horror a Rosolina, spettacoli a Loreo e Polesella, interventi teatrali e performance di recitazione a San Martino di Venezze, Costa e Lendinara. Si inaugura una mostra a Gavello, si proiettano film a Pontecchio.
Tutto questo sarà la notte horror delle biblioteche, che i lettori giovani e non potranno scoprire o approfondire sui libri scritti, illustrati, sugli audiolibri e i film in dvd a disposizione nel patrimonio bibliografico collettivo, facendosi condurre per mano da M. Shelley, E.A. Poe, B. Stoker, H.P. Lovecraft, S. King e tanti altri. Sono le biblioteche polesane le vere protagoniste dell’iniziativa, che insieme rilanciano il loro ruolo esclusivo di presidio culturale diffuso sul territorio. La Notte Bianca delle Biblioteche è un progetto del Servizio Cultura della Provincia di Rovigo, ente capofila del Sistema Bibliotecario Provincia, in collaborazione con i Comuni e le biblioteche aderenti alla rete di cooperazione, che si avvale del contributo della Fondazione CaRiPaRo. L’iniziativa è inserita fra gli eventi di “riscaldamento” del progetto “Il Veneto Legge” promosso dalla Regione del Veneto e da AIB Veneto. Hanno aderito all’iniziativa i Comuni di Adria, Ariano nel Polesine, Arquà Polesine, Bergantino, Bosaro, Castelguglielmo, Castelnovo Bariano, Ceregnano, Corbola, Costa di Rovigo, Crespino, Ficarolo, Fratta Polesine, Gaiba, Gavello, Lendinara, Loreo, Melara, Polesella, Pontecchio Polesine, Porto Viro, Rosolina, San Martino di Venezze, Stienta, Taglio di Po, Villadose, Villamarzana, Villanova del Ghebbo, Villanova Marchesana. Per informazioni: Provincia di Rovigo – Servizio Cultura
Centro Servizi Sistema Bibliotecario Provinciale tel. 0425/386125  – 386367 – 386381
www.sbprovigo.it