Il sindaco Bergamin: “apriamo un nuovo presidio di legalità a Rovigo”

Pubblicità desktop 940x90 - mobile 480x68

Taglio del nastro ufficiale per la nuova sede della Questura di Rovigo. Venerdì 21 luglio il sindaco Massimo Bergamin ha partecipato all’inaugurazione della struttura di viale Tre Martiri. Presenti il Capo della Polizia Franco Gabrielli, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il Questore Salvatore Fabio Cilona, il Prefetto Enrico Caterino, il Vescovo Pierantonio Pavanello e le autorità civili, militari, religiose.

“Con l’inaugurazione di questa sede della Questura, apriamo al pubblico un nuovo presidio di legalità a Rovigo – ha spiegato il sindaco Massimo Bergamin-. Da oggi, gli eroi che ogni giorno e ogni notte ci proteggono per tutelare la nostra sicurezza, hanno finalmente una casa degna di questo nome che saprà ospitare donne, uomini e strumenti funzionali ad offrire servizi migliori a tutti i nostri concittadini e non solo. Ringrazio il Questore dott. Salvatore Cilona per aver fortemente voluto e auspicato il celere termine dei lavori al fine di rispondere, quanto prima, alle esigenze avanzate dal territorio e dalle contingenze del particolare momento storico che stiamo vivendo.

Questa moderna struttura, rappresenta anche l’impegno e la collaborazione tra le Istituzioni. L’Amministrazione di Rovigo, infatti, ha provveduto, in tempi rapidi e con le proprie risorse economiche ad ottimizzare e migliorare i luoghi antistanti l’edificio. Una collaborazione nata già sul campo delle politiche sulla sicurezza e proseguita, in questa occasione, anche sotto il profilo logistico. Ed è proprio da questo interscambio di impegno e di sacrifici che auguro, che il già proficuo coordinamento tra le diverse forze dell’ordine sul territorio, si rinsaldi sempre di più. Le esigenze di sicurezza che provengono dalle nostre comunità e le vicende internazionali con le quali ci confrontiamo ogni giorno, ci impongono di mantenere sempre costante e alto il controllo sul fronte della sicurezza. Questa nuova moderna struttura vuole essere – insieme al nuovo carcere inaugurato un anno fa – una presenza che dimostra la concreta e fattiva attenzione ai nostri concittadini in termini di legalità, sicurezza, prevenzione e rieducazione. Auguro quindi al Questore, a tutte le agenti,agli agenti e agli operatori della Polizia di Stato di lavorare nel miglior modo possibile in questa nuova e grande struttura al servizio della città di Rovigo e di tutto il territorio polesano”.

 

Pubblicità box1 300x250 + box2 300x250

RISPONDI

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome