30 gennaio 2020 - Rovigo, Cronaca

Nuovo blitz della Polizia Provinciale nel Delta del Po, sequestrata arma vietata

Denunciata un cacciatore

Un altro episodio di bracconaggio nelle lagune del Basso Polesine, che ha portato alla denuncia di un cacciatore residente in provincia di Rovigo. Questa volta l’attenzione degli Agenti della Polizia Provinciale si è concentrata nella laguna della Vallona in comune di Porto Viro, area recentemente interessata da numerose segnalazioni di presunti illeciti sulla caccia pervenute al numero verde collegato alla centrale operativa di Viale della Pace. Lo scorso sabato 25 gennaio, i Vigili provinciali hanno quindi realizzato un’operazione mirata alla verifica dell’attività venatoria da appostamento, ispezionando la zona deltizia fin dalle prime luci dell’alba con impiego di natanti a propulsione elettrica ed automezzi fuoristrada.

Nel corso dei controlli è stato denunciato un cacciatore residente in provincia di Rovigo, sorpreso in attività di caccia con arma vietata per utilizzo di fucile semiautomatico calibro 12 con caricatore contenente più di 2 colpi. La Polizia Provinciale ha pertanto proceduto al sequestro dell’arma e munizioni e alla denuncia penale del cacciatore polesano, che è stato inoltre sanzionato a livello amministrativo per aver esercitato la caccia oltre l’orario consentito dal calendario venatorio. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.