26 gennaio 2020 - Rovigo, Cronaca

Ecoambiente raccoglie suggerimenti per migliorare la differenziata

Il confronto con gli esercenti del centro

Raccogliere idee, istanze e suggerimenti prima ancora che i rifiuti: uno sforzo comune per riorganizzare e migliorare il servizio in centro storico, aumentando la qualità e la quantità della raccolta differenziata, nonché il decoro cittadino, adeguandosi alle esigenze dei negozianti. Questo il cuore dell'incontro fra Ecoambiente, amministrazione comunale e rappresentanti delle associazioni di categoria di commercio, artigianato e ristorazione. 

Confesercenti, Ascom Confcommercio, Cna e Confartigianato hanno risposto all'invito dell'assessore allo Sviluppo sostenibile Dina Merlo, partecipando al confronto a Palazzo Nodari, insieme all'amministratore delegato ed al direttore di Ecoambiente Giancarlo Lovisari e Valerio Frazzarin.

Il confronto si è aperto con la ricognizione dei servizi esistenti per le “utenze non domestiche”, per le quali è già attivo un sistema di raccolta porta a porta per carta e cartone, plastica, alluminio e vetro e per l'umido, ed è stato evidenziato come tutto possa essere implementato e calibrato sulle esigenze particolari. Essendo emerse richieste come quella di un potenziamento della raccolta del vetro, che al momento viene effettuata il sabato ed il lunedì, per i maggiori volumi dei locali, soprattutto nel periodo estivo, è stato già previsto un incontro specifico per i pubblici esercizi. Anche per far comprendere che la loro raccolta dell'umido, se ben fatta, può davvero essere un valore aggiunto. Un impegno maggiore è stato chiesto anche su carta e cartone, altra tipologia di rifiuto che ha un valore se ben raccolto: al momento il ritiro avviene quotidianamente fra le 12.30 e le 15.30, ma a volte i cartoni vengono lasciati fuori la sera e questo va a detrimento dell'immagine del centro. 

«Si è trattato – sottolinea Lovisari - di un primo momento di verifica, al quale seguirà quello del miglioramento del servizio, anche con la comunicazione più capillare, attraverso uno specifico vademecum, di regole ed orari. Poi, seguiranno anche controlli e delle verifiche». Per l'assessore Merlo, «è stato un confronto utile e molto apprezzato. La prima sollecitazione, accompagnata alla disponibilità di rimodulare i servizi, intervenendo su giorni e orari della raccolta, ma anche sulle capienze dei bidoni, è quella di usarli al meglio e di evitare la saturazione dei cassonetti, riservati alle utenze domestiche. Questo, anche per evitare problemi di abbandono e salvaguardare, nell'interesse degli stessi commercianti, il decoro del centro. L'altra grande esigenza è quella di migliorare quantità e qualità della differenziata, che si traduce in un risparmio per tutti. Un incitamento ben raccolto dalle associazioni di categoria, pronte a dare il proprio contributo per il bene della città e della sostenibilità».

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.