23 gennaio 2020 - Rovigo, Cronaca

Occhiobello: Consiglio comunale per conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Lunedì 27 gennaio, giorno della memoria

Il Comune di Occhiobello conferirà la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre lunedì 27 gennaio alle 21 nel corso del consiglio comunale.

Nel Giorno della memoria, ricorrenza internazionale per commemorare le vittime dell’Olocausto, il consiglio comunale riconosce come cittadina onoraria la senatrice a vita Liliana Segre che fu deportata a tredici anni nel campo di concentramento di Auschwitz, da cui fu liberata alla fine del conflitto mondiale, nel maggio del 1945, dopo avere visto l’uccisione dei suoi familiari.

Nel corso della seduta del consiglio, il sindaco Sondra Coizzi leggerà un messaggio inviato dalla senatrice al sindaco stesso: “In questi mesi – anticipa il sindaco - ho avuto modo di contattare personalmente Liliana Segre la quale ha composto un pensiero dedicato all’iniziativa che convintamente abbiamo voluto portare avanti”.

“In un clima spesso di aggressività verbale e discriminazione, rendiamo nostra concittadina una persona che è, invece, un paradigma di tolleranza e rispetto del prossimo, invito i nostri concittadini – conclude il sindaco – a partecipare al consiglio, a sentire le parole di una donna che ha subito l’odio razziale e a cui sono stati riconosciuti altissimi meriti”.

Durante il consiglio, saranno ospiti Maria Chiara Fabian, coautrice di Siamo qui solo di passaggio, la persecuzione antiebraica in Polesine 1941-1945 (Panozzo editore) e Fortunato Arbib, presidente della comunità ebraica di Ferrara.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.