5 ottobre 2019 - Rovigo, Sport

FEMI-CZ RRD: i rossoblù vincono per 44 a 17 contro il Colorno

Il resoconto della seconda sfida di Coppa Italia, del girone B

Fin dai primi minuti del match il Rovigo cerca di imporre il proprio gioco sia in attacco che in difesa, mantenendo alto il ritmo. È così che dopo una mischia ad introduzione rossoblù sui 5 metri avversari nasce la prima meta al 7’ con Ambrosini. Lo stesso Ambrosini non trasforma, 5-0. Al 11’ l’HBS Colorno ottiene un calcio a favore e opta per i pali. Magri centra i pali, 5-3. I bersaglieri non demordono e dopo aver ottenuto una mischia a propria introduzione sui 5 metri dei biancorossi vanno in meta con Odiete al 14’. Ambrosini non trasforma, 10-3. Al 19’ i rossoblù riescono a superare la difesa avversaria e ad andare in meta con Liut in mezzo ai pali, Ambrosini trasforma per il 17-3. Al 27’ i bersaglieri vincono una mischia sui 22 metri dei biancorossi e dopo una touche sui 5 metri avversari è Piva ad andare a schiacciare l’ovale oltre la linea. Ambrosini non centra i pali, 22-3. Ancora al 34’ i rossoblù dopo una mischia sui propri 5 metri riescono a risalire il campo ed ad andare a segnare la meta del bonus con Odiete, lo stesso non trasforma, 27-3. Sempre al 34’ Di Giulio dell’HBS Colorno viene punito dall’arbitro con un cartellino rosso, per un placcaggio al collo. Il Colorno non molla e al 37’ sfrutta una imprecisione dei rossoblù segnando la prima meta con Bronzini, Magri trasforma per il 27-10. Dopo pochi minuti le squadre tornano agli spogliatoi con il risultato parziale di 27-10.

 

Nella ripresa è l’HBS Colorno che prova varie incursioni nei 5 metri avversari, ottenendo alcuni calci a favore. Al 56’ però i bersaglieri dai propri 5 metri risalgono il campo con Ruggeri che, nominato poi Man Of The Match, vola in meta. Odiete non trasforma, 32-10. Pochi minuti dopo al 62’ è Cadorini che va a segnare per i rossoblù. Odiete non centra i pali 37-10. Al 73’ è Lubian ad andare in meta, Odiete trasforma per il 44-10. Al 79’ Cadorini viene punito con un cartellino giallo, per falli ripetuti. Al 80’ il Colorno non molla e riesce ad andare in meta con il sudafricano Van Tonder, Magri trasforma e fissa il risultato finale sul 44 a 17.

 

Queste le parole di coach Umberto Casellato al termine della sfida contro il Colorno: "Il primo step è andato, ci siamo qualificati per la semifinale di Coppa Italia. Per la partita di oggi siamo molto contenti, dobbiamo fare i complimenti a Properzi e Badocchi per l’ottimo lavoro, perché abbiamo avuto un possesso sia da mischia che da touche veramente di qualità. Siamo molto contenti, perché il Colorno è una buona squadra e gli abbiamo messi in difficoltà in molti momenti. Grande merito ai ragazzi che sono entrati con lo spirito giusto in campo e hanno portato a casa la vittoria. I ragazzi che hanno giocato la loro prima partita hanno avuto un buon impatto con il gioco e con la squadra”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi