22 aprile 2019 - Rovigo, Sport

La Femi Cz Rovigo vince ma in Challenge va il Calvisano

Per differenza punti

La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince la sfida di Continental Shield al “Battaglini” superando il Kawasaki Robot Calvisano per 30-28. I gialloneri però, per differenza punti, si aggiudicano un posto nella Challenge Cup 2019/20.

Come spiega la società rodigina in una nota, parte bene Rovigo che si porta subito in attacco ottenendo al 3’ un calcio a favore, per fuorigioco del Calvisano, che Mantelli mette tra i pali per il 3-0. I gialloneri risalgono subito il campo, ottenendo al 5’ un calcio a favore: Pescetto centra i pali per il 3-3. I rossoblù non demordono e dopo una mischia dominante sui 22 avversari, aprono il gioco e Odiete vola in meta. Mantelli non trasforma, 8-0. Calvisano risponde subito dalla piazzola con Pescetto per 8-6. Al 15’ Rovigo ottiene un calcio a favore dopo aver vinto un’altra mischia nei 22 avversari, Mantelli trasforma per il 11-6. Al 17’ Panceyra-Garrdio effettua un placcaggio pericoloso ai danni di Ferro e viene punito con un cartellino giallo, nonostante l’inferiorità numerica Calvisano riesce ad accorciare le distanze grazie alla precisione di Pescetto che dalla piazzola mette tra i pali il calcio del 11-9. I rossoblù non si fanno intimorire e con una bella azione al largo riescono a segnare la seconda meta con Majstorovic. Mantelli non centra i pali, 16-9. I gialloneri si portano nella metà campo del Rovigo e al 26’ ottengono un altro calcio a favore per un’entrata laterale, Pescetto porta così il risultato sul 16-12. Al 26’ i Bersaglieri hanno la possibilità di aumentare il divario ma Mantelli non centra i pali. Le squadre tornano in spogliatoio con il risultato parziale di 16-12.

Il secondo tempo si apre con il Calvisano che prova subito varie incursioni riuscendo a concretizzare con un calcio piazzato al 45’, sempre con Pescetto che centra i pali per il 16-15. Rovigo non demorde e dopo un drive avanzante sui 5 metri avversari, apre il gioco e Halvorsen vola in meta al 52’. Mantelli dalla piazzola porta il risultato sul 23-15. Al 63’ Calvisano ottiene un calcio a favore che sempre con Pescetto riesce a mettere tra i pali per il 23-18. I rossoblù al 68’ dopo un altro drive avanzate sui 5 metri riescono a schiacciare l’ovale oltre la linea di meta con Cioffi. Chillon centra i pali per la trasformazione del 30-18. Ancora al 71’ i gialloneri ottengono un calcio a favore che Pescetto non fallisce: 30-21. Al 83’ Calvisano supera la linea difensiva dei rossoblù andando in meta in marniera rocambolesca con Balocchi, Pescetto fissa il risultato finale sul 30-28.

Al termine del match queste le parole del coach Umberto Casellato: “Mi dispiace molto perché i ragazzi hanno fatto comunque una buona partita ma abbiamo preso troppe penalità. I ragazzi hanno giocato bene mettendo ritmo al match nonostante il Calvisano cercasse di abbassarlo. Abbiamo messo gli avversari in difficoltà soprattutto nella mischia e questo fa ben sperare per il futuro, ci siamo ripresi rispetto alla partita di sabato scorso contro il Verona. La touche è andata per corrente alternata, comunque loro in questa fase di gioco sono tra migliori del Campionato. Sicuramente sono la squadra da battere. Giocheremo i play off quasi sicuramente contro il Petrarca che affronteremo a testa alta. In settimana forse recupereranno anche dei giocatori dagli infortuni quindi avremo sicuramente una rosa più completa. Faccio i complimenti a Pomaro, Vecchini e gli altri ragazzi entrati dalla panchina che hanno dato anche loro un buon contributo. Faccio gli auguri di buona Pasqua a tutti i tifosi rossoblù e anche ai ragazzi, ci vediamo sabato per l’ultima gara di Campionato contro il Lafert San Donà".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi