8 agosto 2018 - Rovigo, Eventi

Tra Ville e Giardini, Bubola racconta in musica la Grande Guerra

Concerto ad Ariano l'8 agosto

Mercoledì 8 agosto, alle 21.30, Ariano, chiesa di San Basilio, si esibirà in concerto Massimo Bubola con “Il testamento del capitano”: dall’omonimo album del 2014, il secondo con cui l’autore e musicista folk-rock, studia e ricerca la musica popolare di area veneta legata alla Grande guerra. Questo concerto, spiegano gli organizzatori della rassegna Tra Ville e Giardini, è anche un omaggio postumo ai tanti caduti e alle persone che hanno vissuto la Prima guerra mondiale, nel centenario della fine di quel sanguinoso conflitto; e indirettamente di tutte le guerre presenti e passate. Per il pubblico di Tra ville e giardini Massimo Bubola presenterà brani ultracentenari, ripresi e riarrangiati col suo sound e la sua poetica: Ta pum, Il Testamento del Capitano, Sul ponte di Perati, Monti Scarpazi, Bombardano Cortina, La tradotta, per citarne alcuni. In aggiunta propone anche nuove e intense ballate, che nei testi e nelle sonorità toccano il tema della Grande guerra, come Da Caporetto al Piave, L'alba che verrà, Neve su neve, Vita di trincea.

 

“Molte di questi brani li conoscevo fin dalla più tenera età – ha spiegato Bubola in un’intervista -, sono stati il mio primo approccio con la canzone, le cantavo con mio nonno, con mio padre, coi miei zii. Tante volte mi è stato chiesto perché, negli anni, avessi io stesso scritto tante canzoni sulla guerra e in particolare sulla Prima guerra mondiale; riflettendo ho capito che mi è rimasto dentro una sorta di imprinting a partire da queste esperienze infantili, da questo primo approccio alla musica popolare”.

 

INGRESSO EURO 5.00

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni