12 aprile 2018 - Rovigo, Cultura

"Frattesina, cinquant'anni dopo", il convegno internazionale al Museo Grandi Fiumi

Riflettori puntati su Rovigo che per tre giorni diventerà centro di incontro e di riflessione sull'archeologia. Dal 13 al 15 aprile, il Museo Grandi Fiumi ospiterà il convegno internazionale dal titolo: “Frattesina cinquant'anni dopo – il Delta del Po tra Europa e Mediterraneo nei secoli attorno al 1000 a.c.”. L'evento è promosso dal Comune di Rovigo-Museo Grandi Fiumi in collaborazione con il CPSSAE e con il sostegno di Fondazione Cariparo, Fondazione Rovigo Cultura e Fondazione Banca del Monte.

Per l'occasione  - spiega una nota stampa - si incontreranno a Rovigo alcuni tra i maggiori studiosi di Protostoria italiana ed europea, per tracciare un bilancio su 50 anni di ricerca e valorizzazione di un inestimabile patrimonio archeologico, quello degli insediamenti e delle necropoli di Frattesina di Fratta Polesine e dell’abitato di Campestrin di Grignano Polesine, sorti attorno al 1200 a.C. lungo un antico ramo del Po.

Nelle giornate del convegno, l'amministrazione Comunale, in collaborazione con Aqua, ha promosso l'iniziativa “L'oro del Baltico”, che prevede ingresso e visite guidate al Museo gratuite. Le visite seguiranno i seguenti orari: sabato 14 e domenica 15 aprile ore 10.30 e 16.30. Per informazioni e prenotazioni tel. 0425/1540440.

Sono stati inoltre coinvolti i ragazzi degli istituti convenzionati con il Comune, Celio Roccati e De Amicis, che nell'ambito del progetto alternanza scuola/lavoro, seguiranno l'accoglienza del pubblico e l'accompagnamento alle visite guidate.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.