6 novembre 2017 - Rovigo, Cronaca, Spettacoli

Teatro esaurito e applausi scroscianti per "Il barbiere di Siviglia"

Partenza alla grande per la stagione lirica

Eleganza, raffinatezza, bravura e grande professionalità. Parole che racchiudono la magia creata dal “Barbiere di Siviglia”, l'opera che ha aperto la 202^ Stagione Lirica del Teatro Sociale di Rovigo.
Teatro esaurito e applausi scroscianti hanno decretato il successo di uno spettacolo che, grazie alla sapiente regia di Massimo Pizzi Gasparon Contarini e ad un cast d'eccezione con interpreti di grandissime doti vocali, ha saputo incantare e affascinare il pubblico.

"Innamoratevi del nostro teatro e della cultura”, hanno detto il sindaco Massimo Bergamin e l'assessore alla Cultura Alessandra Sguotti. Messaggio che sembra essere proprio stato colto. I numeri parlano chiaro: 600 presenze su 635 posti disponibili (426 lo scorso anno),  232 abbonamenti per il turno A delle 20.30, rispetto ai 192 della passata stagione. 2Era da anni che non si vedeva un teatro cosi pieno -commentano gli addetti ai lavori e allora... che lo spettacolo abbia inizio".

In apertura di serata il sindaco ha dato il benvenuto alle signore omaggiandole di una rosa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.