11 maggio 2017 - Rovigo, Cronaca

Il liceo Bocchi di Adria entra nella rete bibliotecaria provinciale

Con 7/8mila volumi è il quinto istituto ad accedervi

Con l’adesione del liceo classico Carlo Bocchi di Adria sale a 57 il numero delle biblioteche polesane aderenti al Sistema Bibliotecario Provinciale. Lo storico istituto di istruzione superiore adriese, istituito nel 1838 grazie al lascito testamentario di Carlo Bocchi, diventa così la 5a biblioteca scolastica ad entrare nelle rete, con il liceo Paleocapa e il Marco Polo di Rovigo, il Conservatorio Buzzolla e il Polo Tecnico di Adria.

A breve partirà il lavoro di riorganizzazione e informatizzazione del patrimonio, con la collaborazione del Centro Servizi SBP di Rovigo, cui seguirà l’attivazione del dialogo in rete e dei servizi connessi, tra cui quello del prestito interbibliotecario. Il corriere Sbp collegherà settimanalmente l’istituto per il trasporto e il ritiro di prestiti e materiali destinati alla catalogazione centralizzata.

La biblioteca del Bocchi comprende un patrimonio stimato in 7-8 mila volumi, suddiviso storicamente tra biblioteca professori e biblioteca alunni, e conserva anche opere ottocentesche. Un lavoro di organizzazione e classificazione, che ha comportato la revisione dei registri d’ingresso e la realizzazione di un catalogo generale a schede mobili, è stato condotto nei primi anni ’60. Negli anni successivi si sono avuti altri interventi, tra i quali anche un tentativo di elencazione informatizzata del patrimonio, rimasta largamente incompleta.

Le tracce di questi interventi sono state riscontrate nel corso del sopralluogo effettuato il 10 maggio dai referenti del Centro Servizi SBP, accompagnati dagli insegnanti Cerioni, referente per la biblioteca e Giolo, presidente della Fondazione scolastica Carlo Bocchi. L’incontro ha consentito di analizzare la collezione libraria e definire un programma di lavoro di massima da sottoporre al dirigente scolastico Polato.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.