10 gennaio 2017 - Rovigo, Cronaca

Anche a Rovigo il nuovo suv della Polizia di Stato

Le vetture sono state presentate a Roma

Sono state presentate a Roma, presso la Scuola Superiore di Polizia, alla presenza del Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, le nuove vetture per il controllo del territorio tra le quali la Jeep Renegade, versione 2.0 Multijet 4WD Active Drive Sport Entry Level. Il mezzo ha un motore che sviluppa 120 CV e può raggiungere 176 km/h, cambio manuale a sei marce e trazione integrale permanente. La versione Sport, in dotazione alla Polizia, monta la griglia anteriore e cerchi di acciaio da 16” di colore nero.

Le vetture fanno parte di uno stock di 79 Renegade che sono state distribuite ai 20 Reparti prevenzione crimine della Polizia di Stato, tra cui il Reparto Prevenzione Crimine di Padova. Le vetture sono prodotte negli stabilimenti di Cassino e Melfi, assieme alla nuova Giulietta.

Anche Rovigo e i suoi abitanti avranno la possibilità di ammirare queste nuove vetture della Polizia di Stato, grazie al costante impiego delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine in città e Provincia.

"Tutte le novità in tema di tecnologia, nuovi mezzi e nuove procedure - si legge in una nota - sono capillarmente diffuse sul territorio nazionale e Rovigo, con l’ampio territorio da vigilare è sempre all’avanguardia circa l’impiego delle novità proposte dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza".

 

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.