13 maggio 2016 - Rovigo, Cronaca

Il Comune di Rovigo a tutela del verde e dell’ambiente

Siglato il protocollo d’intesa “Ridiamo il sorriso alla nostra pianura”

Il Comune di Rovigo a tutela del verde e dell’ambiente. E’ stato siglato nel salone d’Onore di palazzo Nodari, il protocollo d’intesa che vede uniti nel progetto “Ridiamo il sorriso alla nostra pianura”, i Comuni di : Rovigo, Carceri, Cartura, Urbana, Merlara, Casale di Scodosia, Noventa Vicentina, Villanova del Ghebbo, Arquà Polesine, San Bellino. Tutti impegnati in uno sviluppo coordinato ed integrato della valorizzazione ambientale.
Si tratta di un progetto ambientale al quale il Comune di Rovigo ha aderito. L’iniziativa prevede la piantumazione di alberi, essenze o specie arboree autoctone, con l’obiettivo di migliorare la qualità e il benessere di tutti, a salvaguardia dell’ambiente e dell’uomo, con benefici dovuti alla diminuzione di sostanze inquinanti e delle polveri sottili. 
“Ringrazio i colleghi presenti – ha detto il sindaco Massimo Bergamin, affiancato dall’assessore Antonio Saccardin -, si tratta di un iniziativa condivisa. Siamo saliti su un treno in corsa, tutti sulla motrice che traina questo importante convoglio verso obiettivi fondamentali per la comunità”.
L’idea è partita nel 2013, dal sindaco di Carceri Tiberio Businaro. “Ho pensato – ha spiegato -, ad un progettino di riqualificazione paesaggistica, con il desiderio di riqualificare il nostro territorio, dando una mano con interventi mirati ed efficaci che coinvolgessero anche la comunità. Abbiamo così provato a vedere se i cittadini erano disponibili a dare parte del terreno di proprietà per piantare degli alberi. La risposta è stata immediata ed efficace con 2.300 alberi piantati in pochi mesi. Così siamo andati avanti e allargato il progetto ad altri Comuni, studiando un protocollo d’intesa”.
La convenzione prevede che tutto il territorio dei Comuni aderenti, possa offrire opportunità di crescita e di inserimento di essenze arboree, con lo scopo primario di garantire la possibilità di godere delle bellezze naturali, migliorando anche la qualità dell’aria e di conseguenza della vita di tutti i cittadini.
Oltre a Businaro erano presenti: Stefano Farinazzo sindaco di Casale di Scodosia, Simone Pellegrini assessore ai Lavori pubblici di Noventa Vicentina, Matteo Migliorin vice sindaco di Merlara, Aldo D’Achille sindaco di S. Bellino e Alessandro Zangrossi consigliere alle politiche ambientali sempre del Comune di San Bellino, Gilberto Desiati sindaco di Villanova del Ghebbo e Massimo Zanardo sindaco di Cartura.
Tutti unanime nel sottolineare la valenza del progetto che vede insieme istituzioni e privati cittadini per il  bene comune. Un progetto che ha valenza culturale perché coinvolgere i cittadini significa sensibilizzarli alle problematiche ambientali. L’obiettivo è piantare più alberi possibili per ridurre le polveri sottili.
A tal proposito il sindaco Bergamin ha rivolto un appello, affinchè imprese o privati interessati si facciano avanti e contribuiscano a rendere possibile il raggiungimento di questo grande risultato.
Prossimamente, ogni cittadino riceverà un opuscolo con i dettagli dell’iniziativa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.