25 marzo 2016 - Rovigo, Cronaca

Guida l'autotreno per 12 ore consecutive, multa salata per un 43enne

Fermato in autostrada dalla Polizia Stradale di Rovigo

Una pattuglia della Polizia Stradale della Sottosezione  di Rovigo A/13, impegnata in un normale servizio di vigilanza stradale in autostrada, ha proceduto al controllo di un autotreno diretto verso Sud.

Gli agenti dopo avere scaricato i dati contenuti sul tachigrafo hanno riscontrato che l’autista, un 43enne di Taranto, sino al momento del controllo aveva condotto il veicolo industriale per un totale di 12,12 ore consecutive senza rispettare le precise regole fissate dal Codice della strada sui tempi di pausa e riposo obbligatori.

A seguito delle scarse giustificazioni avanzate dal conducente gli operatori hanno proceduto alla verifica anche dei dati registrati relativi ai tempi di guida dei giorni precedenti accertando che, anche in altri tre giorni precedenti, lo stesso autista, aveva condotto l’autotreno per periodi analoghi o addirittura superiori in totale inosservanza dei tempi di guida e/o riposo obbligatori.

La conseguenza dell’illecito comportamento che ha portato alla contestazione di 8 violazioni di cui: 4 contestate all’autista per mancato rispetto dei tempi di guida e riposo con importo complessivo di euro 3.749,01; 4 contestate alla ditta proprietaria del veicolo industriale per mancata vigilanza sull’attività del dipendente con importo complessivo di euro 1.526 nonché la conseguente decurtazione di 80 punti dalla patente.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni

Commenti Recenti