2 marzo 2016 - Rovigo, Cronaca

In Comune a lezione di statistica

Gli alunni della Miani ricevuti a palazzo Nodari

Lezione di statistica per due classi della scuola primaria Miani di Rovigo. Gli alunni della terza C e della terza B, accompagnati in due momenti diversi dalla maestra Giovanna Soattin e da Laura Paderno responsabile del Pedibus per Rovigo, sono stati accolti a palazzo Nodari dall’assessore alla Statistica Ezio Conchi e dalla funzionaria Carla Cibola, per parlare di numeri, soprattutto in merito ad un progetto portato avanti dalla scuola che vede al centro l’alimentazione .
“Stiamo lavorando dallo scorso novembre con le classi terze, quarte e quinte – ha spiegato Soattin -, su questa importante tematica coinvolgendo più discipline come italiano, scienze e inglese. Essere qui oggi significa concretizzare con la realtà ciò che si fa a scuola. I bambini possono vedere che esiste un ufficio Statistica e questo ci aiuta nel lavoro di conoscenza del mondo che ci circonda”.
Conchi ha dato il suo benvenuto in quella che è la casa di tutti, spiegando che in Comune esiste un settore apposito per la statistica che si occupa di analizzare i dati raccolti anche per quanto riguarda l’alimentazione. Nello specifico è entrata Cibola, che ha spiegato il funzionamento del suo settore per poi rispondere alle varie domande poste dagli alunni che nell’ambito del progetto hanno risposto ad un questionario proprio sull’alimentazione.

Tanti i quesiti posti, tra questi: quanto cibo viene gettato nella spazzatura, il consumo di carne rossa e bianca , dati sui vegetariani e i vegani e tanti altri. Ha portato il suo saluto anche il sindaco Massimo Bergamin che si è piacevolmente intrattenuto con i bambini rispondendo anche al questionario.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti