26 febbraio 2016 - Rovigo, Cronaca

Platani abbattuti, "intervento necessario per l'incolumità delle persone"

I chiarimenti dell’assessore ai Lavori pubblici Gianni Saccardin e del sindaco Massimo Bergamin

L’abbattimento dei sei platani di viale Regina Margherita, avvenuto in questi giorni, è stato necessario per le gravità riscontrate nelle piante, con pericolo di stabilità e conseguente rischio per l’incolumità delle persone. E’ quanto ha ribadito l’assessore ai Lavori pubblici Gianni Saccardin, insieme al sindaco Massimo Bergamin, spiegando che ha già risposto anche ai consiglieri Borgato e Vernelli e alle associazioni intervenute sulla questione, inviando le schede fitosanitarie e i verbali del periodo 2014-2015, dove è riportato che già nel 2014 tre di questi alberi erano in sofferenza .
“Siamo disponibili – ha detto Saccardin -, a rispondere a tutti per spiegare la situazione che non poteva prevedere altre possibilità. Abbiamo incontrato le associazioni ambientaliste con le quali abbiamo ragionato anche in merito al regolamento sul verde sia pubblico che privato nell’ottica della massima trasparenza”.
Entrando nel dettaglio, Saccardin ha spiegato che ogni albero è contrassegnato da un cartellino con un numero, i platani abbattuti avevano il n. 18-19-42-10-11-20, il n. 10 era malato di cancro colorato ed è stato quindi necessario tagliare anche l’adiacente, gli altri erano in necrosi privi di attività vegetativa.
Per quanto riguarda le piante vincolate, le schede vengono inviate al servizio Fitosanitario regionale che ha tempo 30 giorni per rispondere. La risposta viene poi inoltrata alla Soprintendenza per il parere dal punto di vista paesaggistico. In questo caso la Soprintendenza ha dato parere favorevole con la raccomandazione di sostituire i soggetti arborei tagliati.
“I passaggi sono diversi – ha proseguito Saccardin -, c’è un controllo visivo ma anche uno con appositi strumenti e con una tomografia che evidenzia la salute o meno delle piante. Tutti amiamo il verde egli alberi, purtroppo ci sono situazioni inevitabili come in questo caso”. 
Controlli e attenzione anche per le piante non vincolate, dove è Asm a segnalare al dirigente se vi sono degli alberi da tagliare e l’assessore di riferimento manda l’agronomo con i rappresentanti delle associazioni ambientaliste per verificare. 
“Capisco – ha concluso Saccardin -, la rabbia di molti cittadini perché è importante conoscere bene i fatti e i percorsi, per questo in futuro ci impegneremo a comunicare preventivamente le misure da adottare e le motivazioni, affinchè tutti siano ben informati”.

Il sindaco ha evidenziato che chi ha delle responsabilità le deve sempre esercitare nel rispetto del proprio mandato “Stiamo parlando dell’incolumità delle persone, purtroppo i temporali arrivano e gli incidenti accadono, invito la comunità a fare una riflessione”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.