9 febbraio 2016 - Rovigo, Cronaca

Bracconaggio, un'intelligence per la pesca

Scambio di informazioni tra 9 Polizie Provinciali e Corpo Forestale

Per contrastare i bracconieri della pesca scendono in campo ben nove polizie provinciali: Mantova, Verona, Padova, Vicenza, Rovigo, Piacenza, Modena, Ravenna e Ferrara ed i rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato di Ravenna e Ferrara si sono incontrati la scorsa settimana nella sede della polizia provinciale estense.

"Scambio continuo di dati, delle modalità operative di questi predoni dei fiumi e di informazioni in tempo reale per sapere se trattasi di pescatori di mestiere, che magari hanno ottenuto la licenza nel rodigino ma stanno pescando di notte nel mantovano, rappresentano un modo per affrontare con metodo il sempre più dilagante fenomeno predatorio attuato nei confronti della fauna ittica".

E’ il primo passo, mai messo in atto a livello nazionale, di collaborazione interforze nel campo ancora troppo sottovalutato della pesca di frodo e del successivo commercio illegale da cui si ricavano somme importanti e non tracciabili.

Al termine dell’incontro agli agenti si è aggiunto anche il presidente della Provincia Marco Trombini che ha auspicato si arrivi anche a “protocolli interregionali coi quali poter superare in alcuni casi i confini territoriali che spesso limitano l’operatività delle polizie provinciali”, per le quali ancora una volta ne ha ribadito le conoscenze e competenze “che non possiamo permetterci si disperdano in altri ruoli”.

“Significativa” è stata ritenuta la funzione dei rappresentanti dei Corpi Forestali delle province di Ravenna e Ferrara che hanno voluto far parte di questa nuova sinergia per cercare di contrastare il fenomeno e le azioni dei bracconieri che quasi sempre si muovono di notte da una provincia all’altra creando danni a tutto il settore ittico.

 

Tag: pesca

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti