2 febbraio 2016 - Rovigo, Cronaca

Polveri sottili, nuovi provvedimenti per contrastare l'inquinamento

L'ordinanza del sindaco di Rovigo Massimo Bergamin

Prosegue la lotta alle polveri sottili. Il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin ha emanato un’ordinanza con ulteriori provvedimenti per cercare di limitare un fenomeno che continua a coinvolgere il nostro territorio.
Tra i provvedimenti assunti che resteranno in vigore fino al 15 aprile 2016: la riduzione della temperatura interna, di edifici adibiti a residenza, ad uffici, ad attività ricreative o di culto, di edifici adibiti ad attività sportive, ad eccezione di piscine e saune, la temperatura non dovrà superare i 18 gradi centigradi (con tolleranza di 2 gradi centigradi); divieto di circolazione (secondo le stesse modalità previste dall’ordinanza 2015/515) anche per gli autoveicoli alimentati a gasolio ed immatricolati prima dell’1 gennaio 2006 e comunque non rispondenti alle direttive Euro IV o successive e divieto alle autovetture alimentate a benzina e immatricolate prima dell’1 gennaio 1997 o comunque non rispondenti alle direttive Euro IV o successive.
Ulteriore provvedimento riguarda le attività produttive di panificazione e ristorazione quali pizzerie, che utilizzano la combustione di biomasse (es. forni a legna) per la cottura dei cibi, che dovranno comunicare entro il 31 marzo 2016, alla Sezione Ambiente ed ecologia dl Comune di Rovigo, le seguenti informazioni: ragione sociale, indirizzo dell’attività, descrizione della combustione di biomasse utilizzata, quantità media annua di biomassa utilizzata, quantità media giornaliera di biomasse utilizzata nei giorni di funzionamento, tipo, denominazione commerciale e marca dell’impianto di abbattimento delle polveri nei fumi eventualmente già installato, efficienza del medesimo dispositivo eventualmente installato relativo alla riduzione di polveri sottili PM10.
Come informa la Sezione Ambiente, al 25 gennaio 2016 sono già stati rilevati 11 superamenti del limite consentito dalla normativa di riferimento, pertanto si è reso necessario assumere provvedimenti urgenti al fine di tutelare la salute pubblica.
L’ordinanza completa è consultabile nel sito del Comune.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.