24 novembre 2015 - Rovigo, Spettacoli

Tutto pronto per il Concerto di San Bellino

Nel tempio della “Rotonda” l’omaggio al Santo Patrono della città

E' in programma giovedì 26 novembre, nella cornice del Tempio della Beata Vergine del Soccorso “La Rotonda”, il tradizionale Concerto di San Bellino, omaggio musicale al patrono del capoluogo polesano e della diocesi di Adria-Rovigo.

Un appuntamento attesissimo, promosso da RovigoBanca grazie alla collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “Francesco Venezze” di Rovigo e con il Sindacato del Tempio della Rotonda, che si avvale del patrocinio della Provincia e del Comune di Rovigo.

Protagonisti dell’evento saranno i giovani della “Orchestra di Fiati del Conservatorio Venezze”, diretti dai maestri Daniele Bianchi e Stefano Romani, ed i giovanissimi dello “Young Venezze Ensemble”, diretti da Stefano Borghi.

Entrambi i gruppi scaturiscono dal lavoro intrapreso di recente dagli studenti nella classe di Musica d’insieme per fiati della prof. Daniela Borgato, con l’intento di recuperare e proporre sul territorio la tradizione storica degli insiemi di strumenti a fiato, che sovente hanno trasmesso la cultura musicale di generazione in generazione all’interno di ogni città, scandendone i ritmi delle principali festività e ricorrenze. Anche per questo motivo acquista un valore particolare la presenza di tale organico nel contesto delle celebrazioni dedicate al Patrono della Diocesi di Adria e Rovigo.

Repertori originali e soprattutto trascrizioni flessibili a ogni tipologia di organico permettono agli ensemble di fiati - con l’eventuale aggiunta di altri strumenti quali percussioni e archi per variare l’impasto timbrico dell’insieme - di rinnovare in continuazione il proprio repertorio dagli autori classici alle nuove melodie, spesso tratte dalle colonne sonore dei film, il cui fascino ben presto si imprime nell’immaginario collettivo di ogni comunità.

In coerenza con questo principio il programma dell’Orchestra di Fiati (con studenti dei corsi superiori e accademici di primo e secondo livello) e dello Young Venezze Ensemble (formato in larga maggioranza da studenti dei corsi preaccademici del Conservatorio) presenterà autori del passato daTomaso Albinoni (con il celebreAdagio) aBedrich Smetana con temi del poema sinfonico La Moldava, da Johann Strauss, con Radetsky Marsch a Gioacchino Rossini di cui saranno proposte le funamboliche Variazioni in do maggiore per clarinetto e orchestra con Stefano Borghi nel ruolo di solista, e musiche degli ultimi decenni, con un excursus dedicato soprattutto al mondo del cinema, daT he Flintstones a Sister Act, daLa vita è bella a temi di Ennio Morricone, da Rocky aI pirati dei Caraibi.

I due organici, nel corso del concerto, si presenteranno sia separatamente sia unitariamente, a immagine di una coralità non soltanto musicale, ma anche quale forma di aggregazione e di arricchimento umano degli oltre settanta ragazzi coinvolti nelle esecuzioni.

L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 17.00. L’ingresso è libero.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.