6 agosto 2014 - Rovigo, Cultura, Eventi

Cosa si fa stasera?

Rovigo - A Melara stasera il "FLOK DANCE ENSAMBLE BALKAN" nella rassegna "TRA VILLE E GIARDINI".

Le danze e le musiche balcaniche saranno protagoniste mercoledì 6 agosto dalle 21,30 con ingresso libero in piazza XX Settembre a Melara per la rassegna Tra Ville e Giardini Il Dance Ensemble Balkan Folk proporrà un repertorio di folklore bulgaro, unico al mondo, con incluse più di quindici danze liriche, giocose e rituali, delle diverse regioni bulgare, per un colorato e coinvolgente spettacolo che è in grado di divertire ed appassionare, oltre che ad aprire una finestra su un paese con una storia a noi poco conosciuta. Il Dance Ensemble Balkan Folk affonda le radici nel 1954, quando nasce a Sofia per la passione ed il lavoro di ricerca di un manipolo di appassionati di danza ed etnografia, desiderosi di dare visibilità sia in patria che all’estero della cultura popolare bulgara. I membri del gruppo sono per la maggior parte studenti e persone con diverse professioni e occupazioni con all’attivo numerosi riconoscimenti sia nazionali che internazionali ed una presenza fissa ai festival folklorici internazionali. Tra Ville e Giardini, conferma anche in questa XV edizione il filo conduttore che si snoda fra musica, teatro, danza, cultura, territorio, ambiente e turismo. 

Duplice appuntamento  invece a Villa Badoer di Fratta Polesine. 

Alle 21 Marco Di Pasquale, musicologo e ricercatore della storiografia musicale e della storia di strumenti musicali, illustrerà la tecnica messa a punto da Ottaviano Petrucci (Fossombrone, 1466-Venezia?, 1539) nel 1498 quando ottenne dal Senato veneziano un privilegio che gli assicurò, per i successivi vent’anni e su tutto il territorio della Serenissima, l’esclusiva della stampa di libri in notazione musicale. “Nel 1501 – ricorda il musicologo - vide la luce il suo primo prodotto editoriale: l’Harmonice musices odhecaton A, che vanta almeno due primati: è la più antica raccolta di musica polifonica che si avvalse della circolazione a mezzo stampa e il primo libro di musica interamente realizzato in applicazione del metodo tipografico dei cosiddetti caratteri mobili. Alle 23 il concerto “Musica nova et armonica”, musiche vocali e strumentali di C. De Rore, C. Monteverdi, A. Willaert, G. Frescobaldi e dall’Odhecaton dello stesso Petrucci. Ensemble del corso ‘Rovigo Musica Antica 2014’. Il progetto è promosso dall’associazione culturale “Il Canto delle Muse – Rovigo Musica Antica” con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Rovigo, in collaborazione con la Fondazione Rovigo Cultura, il conservatorio di musica Venezze”, il Comune di Rovigo, la Provincia, l’associazione “Polifonico Città di Rovigo”. Il progetto gode del patrocinio del ministero dei Beni e delle Attività Ecomoniche, della Regione del Veneto, della Fondazione Internazionale “G. P. da Palestrina” di Roma e della Fondazione Internazionale “Guido d’Arezzo” di Arezzo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.