5 aprile 2014 - Rovigo, Cronaca, Economia & Lavoro

Da Rovigo il turismo accessibile vola a Cuba

Rovigo - Da Rovigo al resto del mondo, superando i confini - in ogni senso.
E' la filosofia di Oltrelimite Onlus, associazione non a scopo di lucro nata nel novembre 2012 per aiutare i viaggiatori diversamente abili a trovare la soluzione di viaggio adeguata alle proprie caratteristiche, attraverso la realizzazione di un portale specializzato. Qui, la persona con disabilità può ottenere informazioni dettagliate che gli permettano di scegliere la struttura turistica (hotel, villaggio, agriturismo, campeggio, etc. in Italia e all’estero) e i servizi (transfer, escursioni, etc.) che più si avvicinano alle proprie esigenze.
L'associazione ha la propria sede principale a Rovigo ed è stata ideata da Stefano Baratella, dal 1989 nel settore del turismo. A seguito di un infortunio avvenuto nel 2001, Stefano si è però ritrovato a vivere una nuova dimensione ed un nuovo concetto del turismo, con gli occhi del disabile: il suo percorso professionale nell’ambiente del turismo è quindi proseguito, coinvolgendo anche sua moglie Monica e due amici-colleghi, Andrea Bertini, e Giancarlo Valenti.
L'Associazione, dal 7 al 20 aprile 2014, sarà a Cuba grazie all’Ufficio del Turismo Cubano e al Tour Operator Press Tours, leader italiano sulla destinazione, per visitare le principali destinazioni turistiche che l’isola offre, per visionare e selezionare le strutture alberghiere più accessibili attraverso la compilazione delle schede di accessibilità.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.