21 dicembre 2013 - Rovigo, Cronaca

Protocollo d'intesa per il fiume Po

Rovigo - Per contrastare forme di pesca con tecniche non consentite, tre Province: Rovigo, Ferrara e Mantova hanno sottoscritto nei giorni scorsi a Sermide un protocollo d’intesa per avviare azioni comuni di prevenzione e tutela della fauna presente nel Po.

Sotto osservazione quel tratto di fiume di pertinenza delle tre amministrazioni locali che correva il rischio di diventare una specie di zona franca. “In realtà – ha osservato la presidente Tiziana Virgili – già a luglio avevamo avviato un primo incontro con la Provincia di Ferrara per uno scambio di dati e interventi congiunti coi rispettivi corpi di Polizia provinciale”.

“Con Mantova – ha proseguito – si è trattato di proseguire in questo scambio di informazioni per prevenire fenomeni e comportamenti illegittimi”. L’azione congiunta ha visto l’accelerazione dopo diverse denunce segnalate da pescasportivi e dalle popolazioni rivierasche oltre alla consistente presenza di pescatori stranieri utilizzatori di tecniche non consentite e tali da arrecare danni all’ecosistema.

“L’azione delle tre Province – ha concluso la presidente Virgili – confinanti ed appartenenti a tre regioni diverse non è un ostacolo, bensì uno stimoload una collaborazione sempre più fattiva e che ancora una volta vedono il nostro ente promotore dell’intesa”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.