14 settembre 2013 - Rovigo, Eventi, Società

Una "città nuova" vista dagli studenti di Rovigo

Rovigo - Si concluderà sabato prossimo 21 settembre alle 10 nella sala Consiliare di palazzo Nodari, la seconda annualità del Concorso Palatucci, promosso dal Comitato G. Palatucci, che ha coinvolto le scuole cittadine.

La cerimonia prevede la consegna alla città, degli elaborati prodotti dagli studenti vincitori, che sono già stati premiati con una targa e una borsa di studio.

Si tratta di proposte di riqualificazione urbanistica e ambientale di piazza Palatucci e di alcuni bozzetti per un monumento dedicato al martire irpino, da realizzare al centro della piazza stessa (che per la sua realizzazione vede già il sostegno della Fondazione Cariparo).

Soddisfazione da parte del presidente del Comitato Palatucci, Flavio Ambroglini, affiancato dal vice presidente Luciano Marcato. “L’idea è partita dal Comitato ma ha trovato terreno fertile nei ragazzi che, se messi nelle condizioni giuste, sanno esprimere grandi valori e tanta sensibilità. E’ nostro compito dare voce alle future generazioni”.

Le dirigenti scolastiche degli istituti coinvolti, il Liceo Celio Roccati e l’istituto per Geometri Amos Bernini, hanno spiegato che i ragazzi prima di realizzare i progetti, sono stati preparati sulla vita e sull’operato di Palaticci, arrivando al concorso di idee consapevoli dei valori che questo eroe ha lasciato in eredità al mondo.

Rovigo, hanno detto gli organizzatori, è la prima città d’Italia ad aver fatto questo percorso, per Palatucci ma, come ha ricordato Paolo Avezzù, componente del Comitato, non è la prima volta che vengono coinvolti gli studenti per una città pensata e trasformata dai ragazzi.

Gli insegnanti che hanno seguito il progetto sono Roberto Puggiotto e Silvia Zennaro. Con l’occasione, Ambroglini ha ricordato che il Comitato organizza per venerdì 10 ottobre alle 20 all’Hotel Petrarca, una sera di Musica e parole per la solidarietà. Si tratta della terza cena di gala a scopo benefico in favore del reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale civile di Padova.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.