Una Tavola Rotonda sulla crisi a Palazzo Nodari

Rovigo - Il sindaco di Rovigo, Bruno Piva, ha incontrato ieri gli assessori al Bilancio Stefano Bellinazzi e ai Servizi sociali Antonio Saccardin e i rappresentanti dei sindacati in un confronto sulle tematiche sociali alla luce di una crisi che non accenna a regredire.

A palazzo Nodari erano presenti Daniela Argenton, segretario Spi Cgil, Antonio Bolognesi sempre di Spi Cgil, Fabio Osti segretario Uilp, Orazio Trambaiolli Fn Cisl. Diverse le tematiche sul tavolo, tutte riguardanti la possibilità di trovare risposte condivise sulle politiche di bilancio in grado di promuovere miglioramenti significativi nell’estensione delle tutele e nella fruizione dei servizi, con conseguenze benefiche sia per i singoli cittadini che per la collettività.

Si è parlato di linee guida per il bilancio di previsione 2013, esenzioni ed agevolazioni per le persone/famiglie con redditi bassi, della Tares; esenzioni e agevolazioni Imu sulla prima casa e delibere comunali per gli ospiti nelle case di riposo; verifica dell’applicazione dell’addizionale Irpef; interventi di rafforzamento del welfare locale, soprattutto nei confronti dei minori, dei disabili e degli anziani; servizi di trasporto anziani e disabili verso le strutture sanitarie e socio sanitarie; politiche abitative adeguate agli stati di bisogno emergenti; integrazione rette per i ricoverati nelle case di riposo; lotta all’evasione fiscale attraverso la stipula di patti antievasione con l’agenzia delle entrate; utilizzo dello strumento dell’Isee nell’accesso ai servizi e agli aiuti assistenziali; accorpamento delle funzioni per i Comuni sotto i 5000 abitanti e informativa su percorsi eventuali di fusioni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.