14 maggio 2013 - Rovigo, Cronaca, Società

Al via il bando del “Progetto Pulmini”

Rovigo - La Fondazione CariPaRo mette a disposizione 700.000 euro per favorire la mobilità di anziani, disabili e persone non autosufficienti. E' al via infatti la nuova edizione del “Progetto Pulmini”, che ha l’obiettivo di sostenere l’acquisto di automezzi per il trasporto e l’accompagnamento di persone non autosufficienti.

Il bando è rivolto ad enti ed istituzioni pubbliche o private non profit delle province di Padova e Rovigo che offrono o coordinano a titolo volontario il servizio di trasporto per anziani, disabili e persone con difficoltà motorie. 700.000 euro è lo stanziamento complessivo messo a disposizione, con cui verranno assegnati automezzi da 8/9 posti attrezzati con pedana per carrozzelle, nonché automezzi da 8/9 posti e da 4/5 posti non attrezzati.

Per ciascun mezzo verrà stanziato un contributo massimo di 35.000 euro e in ogni caso non superiore all’80% del suo costo complessivo. In fase di valutazione verranno esclusivamente ammesse le richieste che propongono un servizio su area ampia, non riferito alle sole necessità di chi presenta domanda. Nella valutazione saranno poi considerati elementi premianti, fra l’altro, la prevalenza di personale volontario all’interno dell’ente richiedente, l’esperienza maturata negli anni, l’effettiva carenza di automezzi, l’impegno a sostenere i costi di gestione dell’automezzo qualora la richiesta venga accolta.

Le iscrizioni dovranno essere effettuate compilando la modulistica pubblicata sul sito www.fondazionecariparo.it (sezione “Bandi”) ed inviandola via posta in Fondazione entro il 28 giugno 2013.

Antonio Finotti, Presidente della Fondazione, dichiara: “Questo progetto vuole offrire un contributo concreto ai problemi di mobilità di quelle persone che, per difficoltà legate all’età o allo stato di salute, non sono autonome, e debbono quindi fare ricorso a familiari o conoscenti per potersi spostare dalla propria abitazione. Si tratta di un’iniziativa che si inserisce all’interno di una programmazione più ampia di interventi sul fronte del sociale, il settore al quale stiamo riservando un’attenzione prioritaria. Essa conferma al contempo l’impegno del nostro ente nella promozione di bandi quali modalità privilegiata di intervento, come testimonia, fra l’altro, l’avvio, proprio pochi giorni fa, del bando CulturalMente”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.