31 ottobre 2012 - Rovigo, Società

Approvato in Regione il P.A.T. di Occhiobello

Rovigo – Ad Occhiobello, il percorso urbanistico che ha già portato all’adozione del Piano di Assetto del Territorio da parte del consiglio comunale nel settembre 2010, ha ottenuto un’ulteriore approvazione.

Ieri, infatti, la commissione di valutazione ambientale strategica, un organismo che fa capo direttamente alla Regione Veneto, ha approvato v.a.s. del comune di Occhiobello, che pone le caratteristiche dello sviluppo territoriale complessivo in relazione all’ambiente e alla sua salvaguardia.

In pratica tutte le opere future fra strade, infrastrutture ed edifici dovranno essere concepite in base a criteri di mitigazione, armonizzazione e compensazione.

L'iter di approvazione del Piano si è dimostrato piuttosto lungo e impegnativo ma “è stato premiato il lavoro dei progettisti oltre che alle scelte felici dell’amministrazione – commenta l’assessore all’urbanistica Francesco Pellegrini - conosciamo l’excursus travagliato che il piano ha avuto e che ora sta procedendo verso nuove fasi”.

Dopo il benestare della commissione, il P.a.t. dovrà essere approvato in conferenza dei servizi, rimanendo questo lo strumento di indicazione generale, insieme al piano degli interventi, rispetto all’operatività della programmazione urbanistica.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.