22 ottobre 2012 - Rovigo, Società

Ciak...si gira con i ragazzi di Uni Sport!

Rovigo - Si è conclusa l'ottava edizione del "Festival del Cinema Nuovo di Gorgonzola", il concorso internazionale cortometraggi interpretati da disabili di comunità, centri diurni o residenziali e associazioni di volontariato.

La rassegna, svoltasi dal 17 al 20 ottobre scorsi nella città milanese, anche quest’anno ha avuto fra i suoi protagonisti gli attori diversamente abili dell’UNI SPORT A.S.D. di Rovigo, impegnati nel cortometraggio “A-social” diretto da Fabio Bimbati e prodotto dall’associazione “Gli Amici di Elena”, la Onlus che col suo nome ricorda Elena Paparella, una socia dell UNI SPORT scomparsa nel 2004.

"A-social", sesta opera interpretata dai ragazzi dell’UNI SPORT, affronta il tema dei social network e della dipendenza da Internet, è stata ammessa tra le finaliste del concorso che si tiene ogni due anni.

Non si tratta di una novità per i ragazzi polesani, che anche nelle edizioni precedenti sono arrivati in finale.

Sabato 20 ottobre, nel galà finale, una piccola ed entusiasta rappresentanza dei ragazzi si è recata a Gorgonzola accompagnata dal regista Bimbati e dal presidente del sodalizio rodigino Giancarlo Brandolese per ritirare il meritato premio: una coppa che è stata consegnata a Mario Smorgon, Radames Gasparetto e Walter Zagato dalla madrina della serata, Emanuela Folliero, e da Franz di “Ale e Franz”, consueti testimonial della manifestazione.

Il cortometraggio è stato prodotto nell’ambito del progetto “Palcoscenico Vivo” con la collaborazione del Centro di Servizio per il Volontariato di Rovigo e della Provincia di Rovigo, forse verrà presentato ufficialmente alla cittadinanza con una proiezione a Palazzo Celio nel mese di novembre.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.