25 settembre 2012 - Rovigo, Cronaca, Sport

Bovolenta morto per un'aritmia

Rovigo - Diffusi i risultati dell'autopsia condotta sul corpo di Vigor Bovolenta, pallavolista morto a 37 anni dopo un malore lo scorso 24 marzo a Macerata, durante una partita di B2 con la Lube.

L'esame post-mortem è stato effettuato dai prof. Gaetano Thiene, Mariano Cingolani e Rino Froldi, consulenti del P.M. della Procura della Repubblica di Macerata.

Ad uccidere il campione è stata un'aritmia provocata da una patologia congenita, la stessa che nella stagione 1997/98 l'ha bloccato per più di cento giorni quando militava nel Ferrara.

In seguito il problema non si era più ripresentato e per questo i medici, che lo tenevano sotto controllo costante, avevano ritenuto che il problema non dovesse destare preoccupazioni.
Il campione nato a Contarina (ora Porto Viro, in provincia di Rovigo) abitava a Ravenna con la moglie, Federica Lisi (anche lei ex giocatrice di pallavolo) e i quattro figli.

I funerali si erano svolti a Taglio di Po il (vedi articolo) il 28 marzo.

La perizia verrà depositata nei prossimi giorni ed il P.M. Claudio Rastrelli deciderà se proseguire l’indagine o archiviare il fascicolo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.