Terremoto, inizia la conta dei danni

Rovigo -  Passano i giorni e dopo il 4° anniversario della prima scossa delle 4,04 del 20 maggio che ha fatto tremare Veneto, Emilia Romagna e Lombardia è anche tempo di un bilancio più approfondito dei danni.

Oltre la catastrofe umana il doppio sisma ha procurato danni molto gravi dal punto di vista economico ed in Veneto hanno preso il via le operazioni di quantificazione dei danni subiti.

A seguito dei provvedimenti urgenti per affrontare la prima emergenza, la seconda fase che riguardava  la messa in sicurezza degli edifici scolastici in tempo utile per la ripresa delle lezioni messi in atto in agosto, inzia la fase tre.

Il presidente del Veneto Luca Zaia, Commissario delegato per gli interventi urgenti, comunica che è iniziata la stima del reale ammontare delle perdite per cittadini privati, aziende, agricoltori, amministrazioni pubbliche, fondazioni ed enti vari in conseguenza del sisma del maggio scorso che ha investito anche una ventina di Comuni del Polesine.

La Regione Veneto sta raccogliendo tutti i dati utili ad una corretta quantificazione dei danni e per questo mette a disposizione dei moduli di rilevazione da compilare da parte di enti, fondazioni, cittadini e imprese, nonché le indicazioni per la compilazione (scaricabili dal web a questa pagina) e possono essere richiesti alle stesse amministrazioni comunali.

Una volta compilata la documentazione dovrà essere fatta pervenire ai Comuni e/o alla Provincia di Rovigo, a seconda dei casi, entro il 10 ottobre prossimo.

Entro il 20 ottobre, le istituzioni pubbliche interessate dovranno far pervenire alla struttura regionale preposta i quadri riepilogativi, pure scaricabili dalla stessa pagina web.

Sulla base della rilevazione dei danni, verranno definite priorità, modalità e percentuali dei contributi assegnabili sulla base delle risorse che lo Stato e la Comunità Europea stanno per rendere disponibili.
Sono interessati alla rilevazione i territori dei seguenti comuni polesani:

Bagnolo di Po, Adria, Bergantino, Calto, Canaro, Canda, Castelguglielmo, Castelmassa, Castelnovo Bariano, Ceneselli, Fiesso Umbertiano, Ficarolo, Gaiba, Gavello, Giacciano con Baruchella, Melara, Occhiobello, Pincara, Salara, Stienta, Trecenta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.