12 maggio 2012 - Rovigo, Cronaca, Cultura, Società

Rovigo contro la tratta e lo sfruttamento sessuale

Rovigo - “Libera il tuo sogno”. E’ questo lo slogan della campagna di sensibilizzazione rivolta alle ragazze vittime di sfruttamento e ai loro clienti, presentata oggi a palazzo Nodari dall’assessore alle Pari opportunità Anna Paola Nezzo e dalla responsabile del settore Marta Marzolla.

L’iniziativa, come ha spiegato Nezzo, coinvolge più soggetti e fa parte di un piano finanziato dalla Regione Veneto in collaborazione con il Comune di Venezia. L’obiettivo è far emergere il fenomeno in modo più visibile, aiutando le ragazze ad uscire dallo sfruttamento attraverso quello che il sistema sociale dei servizi offre: pronta accoglienza, accoglienza per periodo di tempo in protezione, reinserimento sociale.

“Purtroppo – ha detto Nezzo - non siamo in grado di sapere quanto esattamente il fenomeno è presente nel nostro territorio, perché da noi la prostituzione avviene al chiuso, per questo è fondamentale che chi ne è vittima lo comunichi. E’ necessario far capire che si può emergere e uscire da un vortice devastante per chi lo subisce e negativo per la società”.

La campagna prevede la diffusione di circa 200 manifesti tra i comuni di Rovigo e Occhiobello, dove viene riportato in grande un numero verde al quale poter fare riferimento. Il numero è 800290290.

Alla campagna hanno aderito: Gruppo di lavoro del Tavolo comunale dei servizi di promozione e tutela della donna, Comune – uff. Politiche sociali, Aulss consultorio familiare, carabinieri, Caritas – associazione S. Andrea, Coop Equlity di Padova, Comune di Venezia e associazione La Tenda di Lendinara che segue i programmi di protezione sociale.

La campagna proseguirà con la diffusione di opuscoli informativi, come ha spiegato Marzolla, che verranno distribuiti nei vari punti sensibili.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.