8 marzo 2012 - Rovigo, Politica

Si vota per le rappresentanze sindacali a Palazzo Celio

Nei prossimi giorni la nomina del nuovo coordinatore

Cambiano casacca le rappresentanze sindacali di Palazzo Celio.

Alla Cisl seconda con 77 preferenze vanno 4 seggi e alla Uil con il 21% ne vanno 2. Alta anche la frequenza: su 305 dipendenti con diritto di voto, nei due giorni di apertura dei seggi si sono presentati 248 lavoratori, pari all’81 per cento. In assoluto conquista più voti di tutti Marina Paparella, Cigil con 47 preferenze, già coordinatrice rus di Palazo Celio in una precedente elezione. All’uscente Ermanno Milani sono andate 40 croci pari al 52% delle preferenze espresse in casa Cisl. Nella Uil la crescita è del 5% con 53 voti a fronte dei 41 conquistati nella precedente consultazione.

La nuova composizione Cgil: Marina Paparella 47, Serena Gregnanin 31, Milena Paparella 25, Loredana Mughetto 23, Maria Maddalena Pasquali 20 e, unico maschio del gruppo rosa, Emiliano Ferlin con 18. Nella Cisl sono riconfermati Ermanno Milani 40, Massimo Cedrino 24 e Sofia Piva 13, fa il suo ingresso invece Giorgio Fusaro 15. Nella Uil la new entry è Eugenio Malaspina con 24 voti mentre è confermata Maria Luisa Chieregato con 19.

La nomina del nuovo coordinatore avverrà nei prossimi giorni e dopo i 5 previsti dal regolamento per presentare eventuali osservazioni sulle operazioni di voto.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.